27 settembre 2021
Aggiornato 08:00
Temperature e salute

Il caldo fa andare fuori di testa

Il clima caldo scatena aggressioni e violenza. Gli scienziati spiegano perché durante certi periodi si verificano più episodi di violenza e omicidi

OHIO – La cronaca quotidiana sembra ricordarcelo: quando fa caldo, specie se molto, aumentano i casi di aggressione, violenza e anche atti estremi come l'omicidio. Ma perché quando si alzano le temperature molte persone reagiscono in modo anomalo? Alla domanda hanno cercato una risposta gli scienziati della Vrije Universiteit Amsterdam (Olanda) e dell'Ohio State University negli Stati Uniti.

Più nervosi
A parte i casi limite, è indubbio che il caldo rende spesso le persone più irritabili e nervose. Insieme a questo, gli esperti hanno osservato che le temperature elevate (e la poca variazione climatica) portano in linea generale a una vita più frenetica, a meno attenzione verso il futuro (ossia a vivere più il momento presente) e a meno autocontrollo. Il tutto si traduce con un aumento dei tassi di criminalità, spesso a opera di persone 'normali'.

Comprendere
Per comprendere il legame tra temperature e violenza e aggressività, i ricercatori hanno sviluppato un modello chiamato CLASH (dall'inglese 'scontro'), che è l'acronimo di Climate Aggression, and Self-control in Humans. Il modello permette di dare una spiegazione circa l'impatto del clima sui tassi di violenza. Il prof. Brad Bushman dell'OSU, coautore dello studio, ha commentato che il clima influisce sulla vita quotidiana in forme che non pensiamo. Tuttavia, anche se il caldo crea disagio e rende le persone irritabili «questo non spiega atti più estremi, come l'omicidio», aggiunge Bushman.

Più interazione, più conflitti
Un'altra spiegazione per cui quando fa caldo vi sono più episodi di aggressione e violenta, è che le persone stanno più all'aperto e interagiscono maggiormente con gli altri, il che porta a maggiori opportunità perché vi siano conflitti. Nonostante si esca di più quando fuori vi è una temperatura mite, come per esempio 24 °C, non si spiega perché le violenze siano maggiori quanto la temperatura è, sempre per esempio, 25 °C. Il modello sviluppato dai ricercatori mostra che si verificano più episodi di violenza sia quando le temperature sono più elevate, ma che quando e laddove vi sono poche variazioni stagionali. Quando le persone allentano l'autocontrollo, è più facile reagiscano d'impulso, con aggressività o violenza, sottolineano i ricercatori. Questo è un motivo per cui si verificano più episodi criminali. I risultati completi dello studio sono stati pubblicati online sulla rivista Behavioral and Brain Sciences.