28 settembre 2020
Aggiornato 20:30
Farmaci

Artrite o osteoartrosi: il Paracetamolo è inutile

Il Paracetamolo è stato trovato non funzionare nel trattamento dell’osteoartrosi, specie nell’alleviare il dolore o migliorare la mobilità

Svizzera – Il noto antidolorifico Paracetamolo pare non sia efficace, e dunque inutile, nel trattamento dell’osteoartrosi, una patologia comune che affligge decine di milioni di persone. Il farmaco non è più attivo di un placebo nel ridurre dolore e migliorare la mobilità.

Evidenze reali
Lo studio, una meta-analisi condotta dei ricercatori dell’Università di Berna, in Svizzera, ha preso in esame 74 studi a tema che vedevano il coinvolgimento di circa 60mila pazienti. «I nostri risultati – spiega il dott. Sven Trelle, principale autore dello studio – suggeriscono che il paracetamolo a qualsiasi dose non è efficace nella gestione del dolore nell’osteoartrite».

   - APPROFONDISCI: Tutto su artrite e osteoartrosi.

Il confronto
Per arrivare alle loro conclusioni, il dott. Trelle e colleghi hanno valutato gli effetti di 8 diversi farmaci antinfiammatori non steroidei. Tutti assunti singolarmente, in diverse dosi e combinazioni con altri farmaci. Tra i diversi farmaci, quello che è risultato più efficace per l’artrite era il diclofenac, altresì conosciuto come Voltaren.

Risultato non inaspettato
In un commento allo studio, pubblicato su The Lancet, i ricercatori Nicholas Moore e tre colleghi del Dipartimento di Farmacologia presso l’Università di Bordeaux in Francia sud-occidentale, hanno scritto che «Questo risultato non è del tutto inaspettato – Il paracetamolo è stato sul mercato per tutto il tempo come la maggior parte di noi ricordano. E l’efficacia non è mai stata stabilita correttamente o quantificata nelle malattie croniche».