27 settembre 2020
Aggiornato 22:30
Sovrappeso per chi mangia di notte

Mangiare di notte fa ingrassare di più

Mangiare di notte e andare a dormire tardi sono il modo «migliore» per ingrassare e accumulare peso, anche perché in questo modo si va contro l’orologio biologico. Ecco il perché spiegato dall’esperto

MILANO – se vogliamo mettere su peso e ingrassare, niente di meglio che mangiare di notte, o a tarda sera, e andare a letto tardi, o dopo le 23.30. «Il modo più facile di accumulare peso è mangiare di notte, la melatonina ha il suo picco tra le 22 e le 23, l’ideale è pertanto andare a dormire verso le 23.30, più posticipiamo e più andiamo contro l’orologio biologico».

Occhio all’ora
A mettere sull’avviso i nottambuli della dieta è Roberto Manfredini, professore ordinario di medicina interna e direttore della clinica Sant’Anna di Ferrara e uno dei maggiori esperti di cronobiologia. E lo fa in un articolo-intervista pubblicato sul sito de-gustare.it, specializzato nel food and beverage, in cui spiega che non basta fare attenzione a cosa si mangia ma anche a quando si mangia. «Per dormire bene, la sera meglio la pasta alla carne: se mangi una grigliata di carne, l’effetto è lo stesso che andare in palestra. La sera le proteine favoriscono l’eccitazione; i carboidrati sono ipnoinducenti – afferma Manfredini – Meglio dunque un piatto di pasta».

La cronobiologia
La cronobiologia, «è una branca della medicina che si occupa della variabile tempo applicata alle funzioni vitali, le quali hanno tutte un ritmo – spiega l’esperto nell’intervista – È una scienza giovane, ma ogni mese vengono pubblicati circa 500 articoli sulla cronobiologia».