19 giugno 2021
Aggiornato 03:00
Ematomi, lividi, contusioni, ecchimosi. Cause, sintomi, rimedi

Ematomi, lividi, ecchimosi. Cause, sintomi, cure e rimedi naturali

Che cosa sono gli ematomi (lividi o ecchimosi), quali le cause, i sintomi, i pericoli, le cure tradizionali e i rimedi naturali

1. Che cosa sono gli ematomi (lividi o ecchimosi) da contusioni?
Gli ematomi o lividi o ancora ecchimosi sono la conseguenza della fuoriuscita di sangue da un vaso a seguito di un trauma, una botta o anche una condizione medica come un difetto della coagulazione del sangue, per esempio piastrine basse.

2. Come sono fatti gli ematomi o lividi?
Gli ematomi o lividi si riconoscono per essere una macchia sottocute, dapprima di colore violaceo (più o meno scuro) che via via diviene azzurro/verde e poi giallastro, fino a scomparire una volta assorbito il sangue. La grandezza e anche il colore dipende dall’entità del danno subìta dal vaso sanguigno e dalla quantità di sangue fuoriuscita.

3. Quali sono le cause principali di ematomi, lividi, ecchimosi?
Come accennato, le principali cause di ematomi sono i traumi:

  • Un colpo, una botta, un pizzicotto, uno sfregamento ecc.

Dietro alla comparsa di lividi sul corpo ci possono essere tuttavia anche delle patologie come per esempio l’emofilia o un difetto nella coagulazione del sangue. Malattie autoimmuni, o altre come la leucemia, che possono provocare un calo delle piastrine possono esserne un’altra causa.

E poi ancora

  • Punture di insetti
  • Morsicature di animali
  • Fragilità capillare
  • Terapie farmacologiche con anticoagulanti
  • Sepsi

4. Quali sono i sintomi di ematomi, lividi, ecchimosi?
Ci sono alcuni sintomi principali che contraddistinguono gli ematomi, che tuttavia possono dipendere dall’origine. Tra questi

  • Dolore locale
  • Dolore che si irradia intorno alla zona colpita
  • Tensione localizzata

5. Quando bisogna preoccuparsi per un ematoma, livido o ecchimosi?
Ci sono casi in cui la presenza di un ematoma deve essere presa in seria considerazione.
Per esempio quando

  • Gli ematomi si presentano con ricorrenza nel tempo, e senza motivo apparente
  • Non sono causati da un trauma o una botta
  • Il livido non scompare nel giro di un paio di settimane
  • L’ematoma è particolarmente doloroso
  • Al livido si accompagna tumefazione (gonfiore)
  • Si ha difficoltà a muovere l’articolazione
  • L’ematoma appare molto profondo
  • L’ecchimosi compare nelle vicinanze dell’occhio
  • Quando il trauma è cagionato in zone «a rischio»: testa, addome, torace, reni

In tutti questi casi, e nel dubbio, è sempre bene rivolgersi al proprio medico curante per approfondimenti.

6. Quali sono le cure per gli ematomi?
La prima cura, o intervento, dopo essersi procurati un trauma o aver preso una botta è il ricorso al ghiaccio. Una borsa, una mattonella da freezer o anche un alimento surgelato possono essere posizionate sulla zona colpita per ridurre il flusso sanguigno che fuoriesce dal vaso danneggiato. Questa azione permette di contenere le dimensioni dell’ematoma e il possibile gonfiore (o bernoccolo). Il ghiaccio riduce anche il dolore possibilmente associato.

Tra le cure tradizionali, ci sono

  • Unguenti, gel, pomate o creme. In genere sono tutti farmaci OTC (da banco) che agiscono localmente sia sul dolore che sull’ematoma stesso.
  • Antidolorifici orali e antinfiammatori.

Nel caso l’ematoma sia originato da altre cause sistemiche o per malattie sottostanti, sarà il medico stesso a prescrivere i diversi interventi.

Tra le cure naturali per gli ematomi vi sono

  • Arnica. È il rimedio di eccellenza per i traumi e le contusioni. Si trova in crema o unguento. Attenzione: non deve essere utilizzata in presenza di tagli o ferite, ma solo contusioni.
  • Foglie di cavolo. Le foglie di cavolo crude sono un ottimo rimedio per gli ematomi. Si devono prima «spianare» per bene con un mattarello e poi applicare localmente sul livido (fermandole con una garza). Si lasciano così da un’ora o una notte intera, a seconda dell’entità dell’ecchimosi.
  • Rosmarino. Anche il rosmarino è efficace contro gli ematomi. Si può applicare l’olio essenziale diluito in olio vegetale, massaggiando delicatamente la zona per favorirne l’assorbimento. Riduce il dolore e ne asseconda la risoluzione.
  • Lavanda. Al pari del rosmarino, anche l’olio essenziale di lavanda è indicato in caso di lividi. Si usa allo stesso modo dell’olio essenziale di rosmarino. Da solo o in combinazione.
  • Aceto. Spugnature fredde con aceto possono essere anch’esse d’aiuto nel combattere gli ematomi.