27 giugno 2019
Aggiornato 15:30
Centrodestra

Toti: «Molti berlusconiani mi danno ragione in privato»

Il Presidente della Regione Liguria: «Ora una forza per i moderati, Forza Italia si apra. Il centrodestra ha bisogno di un nuovo equilibrio»

Il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti
Il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti ( ANSA )

ROMA - «Se in privato i berlusconiani ortodossi mi danno ragione? Molti di loro già lo fanno, certo. A me però non interessa fare l'operazione salvataggio di qualche parlamentare o dirigente di un partito, Forza Italia, che ormai è diventato un ossimoro vivente». Lo afferma il governatore della Liguria Giovanni Toti, intervistato dal Corriere della Sera.

Forza Italia apra le sue porte

«Mi interessa restituire al centrodestra un equilibrio che non ha più. Ci sono sondaggi che danno la Lega sopra il 35% e Forza Italia sotto il 6 per cento. Io - spiega Toti - sto provando ancora a fare appello a Forza Italia perché apra le sue porte, i suoi confini. Ma sto già ricevendo l'attenzione di sindaci, consiglieri regionali e tantissimi eletti a livello locale che non si riconoscono più nel vecchio partito di Silvio Berlusconi» e «il 6 luglio, alla convention di Italia in crescita, vedrete...».

Il centrodestra ha bisogno di un nuovo equilibrio

Il centrodestra ha bisogno di un nuovo equilibrio. Numerico, per ridurre la sproporzione tra Salvini e i moderati; e di programma, per non lasciare che i moderati finiscano per andare da Carlo Calenda e Matteo Renzi», conclude.