25 maggio 2019
Aggiornato 07:00
Caso Siri

Berlusconi: «Mozione Pd è un errore. Sconfiggere Governo con gli strumenti della Democrazia»

Il leader di Forza Italia: «In esecutivo abissali differenze, impossibile continuare questo esperimento»

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi
Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi ( ANSA )

ROMA - Forza Italia lavora per «sconfiggere questo governo con gli strumenti della democrazia», la mozione di fiducia presentata dal Pd è «un drammatico errore». Lo afferma Silvio Berlusconi in una nota.

«Da due giorni - spiega - il governo è dilaniato dalla vicenda del sottosegretario Armando Siri. E ancora una volta sono venute allo scoperto le profonde, abissali differenze di un esecutivo dove al garantismo della Lega si contrappone il giustizialismo dei Cinquestelle».

«Ecco perché - osserva - è impossibile continuare con questo esperimento, perché siamo davanti a due concezioni antitetiche della persona: quella realmente rispettosa dei diritti e delle garanzie così come scolpita nella nostra Costituzione e quella giustizialista e forcaiola dei Cinquestelle».

Mozione PD è un errore

«Il Pd ha depositato una mozione di sfiducia nei confronti del governo sulla base di un sospetto, prima ancora che cominci un processo? È - sottolinea Berlusconi - il solito drammatico errore della sinistra. Come sempre, fedele alla sua storia, Forza Italia lavorerà per sconfiggere questo governo con gli strumenti della democrazia e non certo cavalcando vicende giudiziarie o avallando quelle che frequentemente si sono rivelate indebite intrusioni di certa magistratura nella politica».

«Nell'Italia e nell'Europa che vogliamo - insiste - non può esserci spazio per la cultura del sospetto, per la negazione dei diritti e per l'anticipazione di una condanna sulla base di un avviso di garanzia. Non si può trasformare la presunzione di innocenza garantita dalla nostra Costituzione in presunzione di colpevolezza».

«Ed è anche per questo che ho deciso di impegnarmi come bandiera di Forza Italia alle elezioni europee: perché la barbarie giustizialista non abbia mai a spuntarla sui valori fondamentali della nostra civiltà occidentale», conclude.