24 ottobre 2019
Aggiornato 06:00
Giunta Raggi

In Campidoglio la protesta contro il degrado: «Nun te Raggi più»

Migliaia di persone con cartelli e fischietti si sono date appuntamento in Piazza del Campidoglio, dove ha sede il Comune di Roma, per manifestare

ROMA – Migliaia di persone con cartelli e fischietti si sono date appuntamento in Piazza del Campidoglio, dove ha sede il Comune di Roma, per dire basta al degrado della Capitale. I manifestanti chiedono le dimissioni della sindaca Virginia Raggi, da 28 mesi alla guida di Roma. Un sit-in organizzato da sei cittadine, che hanno lanciato l'iniziativa sui social network. Emma Amiconi, una delle organizzatrici: «Speravamo in così tanta partecipazione, è stata sicuramente superiore alle nostre aspettative. Per quantità, qualità, entusiasmo ed energia. Quello che è successo finora non ci è piaciuto, Roma è pronta per andare avanti molto meglio».

BASTA DEGRADO - È una Roma borghese, poca esperienza di piazza ma molta rabbia quella che cinge Palazzo Senatorio unita nello slogan delle promotrici: «Basta degrado». I simboli sono molti e diversissimi: dalle reti dei lavori infiniti in testa a mo' di corona, alle ramazze di saggina, dalle biciclette ai tamburi. Tanti capelli bianchi e qualche passeggino: «Abbiamo solo cominciato, questo è l'inizio di una mobilitazione permanente. Siamo tutti per Roma e vogliamo continuare. Non permetteremo a nessuno di mettere le mani su questo patrimonio civico, indipendente, civile e democratico. L'unico modo è continuare e organizzare le nostre proposte, farci vedere, continuare a lavorare, a mettere a disposizione competenze, energie e intelligenze. Ringraziamo tutti quelli che sono venuti e hanno collaborato alla nostra organizzazione, pregando di lasciare la piazza pulita, per ridare questo luogo migliore di come lo abbiamo trovato stamattina», ha gridato una delle organizzatrici a un megafono. Le fa eco un boato: «Grazie, grazie».