29 luglio 2021
Aggiornato 16:00
Effettuati sequestri anche in altre città della Sicilia

Mafia, a Catania decapitati i vertici della cosca Cappello-Bonaccorsi

La Polizia di Catania ha eseguito 31 misure cautelari nei confronti di altrettante persone, presunte affilliate alla cosca mafiosa Cappello-Bonaccorsi e ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione a delinquere di stampo mafioso

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/01/20170113_video_09303229.mp4

CATANIA - La Polizia di Catania ha eseguito 31 misure cautelari nei confronti di altrettante persone, presunte affilliate alla cosca mafiosa Cappello-Bonaccorsi e ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione a delinquere di stampo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di droga, estorsione, violenza e intestazione fittizia di beni.

Decapitati i vertici
Le indagini hanno consentito di decapitare il vertici del clan tra le cui attività illecite spiccava il traffico di sostanze stupefacenti, con il controllo di numerose "piazze di spaccio" nei rioni catanesi di San Cristoforo e Librino oltre che in diversi comuni della provincia di Catania.

Effettuati sequestri anche in altre città della Sicilia, in Calabria e Campania
Effettuati sequestri anche in altre città della Sicilia, nonché in Calabria e Campania: nel mirino degli inquirenti numerose società operanti nel settore della raccolta rifiuti, imprese per la gestione di bar, ristoranti e pizzerie e società nel settore dell'abbigliamento per un valore complessivo di diversi milioni di euro.