18 dicembre 2018
Aggiornato 22:30

Salvini politico europeo dell'anno: il premio a Bruxelles

Il leader della Lega ha ricevuto il riconoscimento dalla testata d'informazione Politico Europe: il primo posto tra le personalità chiave che influenzano la Ue

Matteo Salvini in una foto postata sul suo profilo Instagram al ritorno da Bruxelles
Matteo Salvini in una foto postata sul suo profilo Instagram al ritorno da Bruxelles (Instagram Matteo Salvini | ANSA)

BRUXELLESMatteo Salvini è il politico più influente dell'anno in Europa. Il vicepremier e ministro dell'Interno, infatti, ha preso parte questa sera a un evento organizzato da Politico Europe, la testata di informazione europea con sede a Bruxelles che lo ha nominato al primo posto tra ventotto personalità chiave tra politici, imprenditori, attivisti e artisti (ognuno proveniente da un Paese diverso ma non necessariamente Ue), selezionati per il modo in cui stanno influenzando il loro Paese o l'Unione europea.

Le motivazioni del premio
A parte il leader della Lega al primo posto, che non viene categorizzato, le altre ventisette personalità sono divise in tre gruppi: coloro che agiscono («Doers»), i sognatori («Dreamers») e i dirompenti («Disruptors»). Ma tutti i ventotto nominati, secondo la testata, sono personaggi da «tenere d'occhio» nel 2019. «Matteo Salvini – spiega un comunicato di Politico giunto in serata – guida la lista di quest'anno. Il ministro dell'Interno italiano e leader della Lega è entrato al governo l'estate scorsa cavalcando un'onda di rabbia popolare contro Bruxelles e l'establishment politico italiano. Ora – sottolineano dalla testata – Salvini ha preso di mira l'Europa».

Salvini ci ride su
E il diretto interessato? Il commento del segretario del Carroccio al riconoscimento ricevuto da Politico Europe è ironico: «Pensa te come è messa l'Europa se premia Salvini come politico europeo dell'anno». Poi è passato ad un commento più serio sui suoi rapporti con l'Unione europea: «È andata bene, sono stato premiato in Europa, non sono abituato. Io penso che la salveremo questa Europa. Voglio rinnovare il sogno europeo per i nostri figli che qualcuno ha spento con decenni di austerità».