13 dicembre 2018
Aggiornato 01:30

Milano, tenta di violentare 16enne: lei si difende con la cartella di scuola

L'aggressore, un 51enne ecuadoregno, è stato denunciato: a chiamare i carabinieri un automobilista che si è accorto della giovane in stato si shock
Carabinieri a Milano, foto di repertorio
Carabinieri a Milano, foto di repertorio (ANSA / MATTEO BAZZI)

MILANO - L'ha afferrata per il braccio, chiedendole con insistenza un rapporto sessuale. Lei, una studentessa italiana di 16 anni, non si è persa d'animo: gli ha scagliato addosso la cartella di scuola che aveva con sè ed è riuscita a divincolarsi e scappare. È stata la stessa 16enne a riconoscere il suo aggressore e a indicarlo ai carabinieri. L'uomo, un ecuadoregno di 51 anni, sposato e regolare sul territorio italiano, è stato denunciato: dovrà difendersi dall'accusa di violenza sessuale.

L'aggressione
È accaduto intorno alle 9 di ieri mattina a Milano. A chiamare i carabinieri è stato un automobilista che, dopo aver accompagnato la figlia a scuola, mentre stava percorrendo Viale Murillo in direzione piazzale Zavattari, alla periferia Ovest della città, ha notato la 16enne, sul bordo della strada, particolarmente scossa per quanto accaduto poco prima. L'uomo si è fermato per aiutarla, offrendosi di accompagnarla fino a scuola. Durante il tragitto, lei gli ha raccontato tutto. E lungo Via Tempesta, ha riconosciuto l'ecuadoregno che l'aveva aggredita pochi minuti prima. È così scattato l'intervento dei carabinieri che hanno identificato l'aggressore.