14 novembre 2019
Aggiornato 18:00
Genova

Processionaria della quercia al parco di Portofino: "Attenzione specie più pericolosa"

La direzione del parco ha trovato i nidi e ha lanciato l'avvertimento agli escursionisti. Può provocare reazioni allergiche, rispetto alla processionaria del pino i bruchi sono più pericolosi, sopratutto per gli animali

Bruchi della processionaria della quercia
Bruchi della processionaria della quercia ANSA

GENOVA - La direzione del Parco di Portofino lancia un avvertimento agli escursionisti per la presenza di esemplari di processionaria della quercia (Thaumetopoea processionea) che può provocare reazioni allergiche.

PIU' PERICOLOSA - «Rispetto a quelli della processionaria del pino (Thaumetopoea pityocampa) i bruchi di questa specie sono più pericolosi per l'uomo - spiega in una nota il Parco - e soprattutto per gli animali. All' interno dei peli c'è infatti una sostanza più urticante».

PRIMO AVVISTAMENTO - «Presente in Italia, questa specie di insetto non era mai stata segnalata nel parco - dice la direzione -. Alcuni nidi sono stati individuati e rimossi da tronchi di esemplari di rovere lungo il percorso da San Rocco di Camogli a Portofino Vetta, presso l'altare del Sacro Cuore di Gesù. La piazzetta è un punto di sosta attrezzato ed è molto frequentato.»

MOLTA ATTENZIONE - «Alcuni nidi sono stati distrutti - continua la nota del Parco - ma l'ente non ha risorse adeguate per contrastare efficacemente il fenomeno. Si chiede di prestare attenzione a chi staziona a pochi metri dalle piante di quercia».