17 giugno 2019
Aggiornato 08:30
Genova

Cancellata la baraccopoli vicina alla Fiera

L'assessore comunale alla sicurezza, Stefano Garassino: "Una vera favela. Non possiamo permetterlo". Le condizioni igieniche erano assurde e insostenibili

Utilizzato un ragno meccanico per lo sgombero
Utilizzato un ragno meccanico per lo sgombero ( ANSA )

GENOVA - Ieri mattina la Polizia municipale e tecnici della azienda Ge.Am hanno sgomberato un'area vicina alla Fiera di Genova alla Foce dove era sorta una baraccopoli che vantava una situazione igienica agghiacciante e ai limiti dell'emergenza. «Si tratta di un terreno del demanio marittimo - dice Stefano Garassino, assessore comunale alla Sicurezza -, ma la polizia giudiziaria e quella municipale si sono messi in contatto con la capitaneria di porto e sono intervenuti in tempi rapidi».

LO SGOMBERO - Per portare via le strutture che erano state costruite sull'arenile è stato utilizzato un ragno meccanico. Al momento dell'intervento, dentro tende e baracche, non c'era nessuno e oggi interverrà una pala meccanica cingolata per completare il lavoro. «Non possiamo permettere che una favela venga costruita a pochi passi non solo dalle case - afferma Garassino - ma anche dall'accesso alla Fiera e dietro ai piazzali dove vengono allestiti eventi nel corso dell'anno».