17 novembre 2019
Aggiornato 16:30
Criminalità

Roma, 71 kg di marijuana pronti per lo spaccio: tre arresti

Già ripartiti in balle termo-sigillate e nascosti in un deposito in località Finocchio a Roma

Carabinieri durante le operazioni contro la criminalità organizzata a Roma
Carabinieri durante le operazioni contro la criminalità organizzata a Roma ANSA

ROMA - Al termine di un'articolata e mirata attività investigativa, da cui sono scaturiti decreti di perquisizione personali e locali, i carabinieri di San Gregorio da Sassola (Roma), su mandato della Procura di Tivoli, hanno arrestato tre persone (A.L. e C.P.C., italiani di 54 anni, e H.E. albanese di 40) poiché trovati in possesso di 71 chili di marijuana già ripartita in balle termo-sigillate e nascoste in un deposito in Vicolo di Forma Rotta in località Finocchio a Roma, oltre ad una modica quantità di cocaina.

La droga già pressata "a vuoto"
L'ingente quantitativo di droga, già predisposto, confezionato e persino pressato "a vuoto", era così pronto per essere introdotto nel florido mercato degli stupefacenti dell'area est della Capitale. Nel corso delle perquisizioni gli inquirenti hanno rinvenuto e sequestrato anche diverse buste in cellophane, vario materiale per il taglio e la pesatura della sostanza, un congegno per la pressatura "a vuoto" dello stupefacente e 5.850 euro frutto dell'illecita attività. La lente investigativa si è poi soffermata su una Citroen C4 usata dagli indagati e sequestrata, all'interno della quale erano stati ricavati doppi fondi per occultare e trasportare lo stupefacente verso i diversi canali della filiera, così da eludere gli ordinari controlli delle forze dell'ordine.

I fermati condotti a Regina Coeli
Gli arrestati sono stati portati nel carcere di Regina Coeli: dovranno rispondere, in concorso, dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La sostanza sequestrata è stata sottoposta agli accertamenti quantitativi e qualitativi presso i laboratori tossicologici competenti.