18 dicembre 2018
Aggiornato 18:30

L'ex prefetto Malfi sospeso e indagato

Indagini per abuso d'ufficio: avrebbe «ingenerato un clima di costante terrore e di estrema tensione negli uffici prefettizi»

L'ex prefetto Malfi sospeso e indagato
L'ex prefetto Malfi sospeso e indagato (ANSA/ TONINO DI MARCO)

VERCELLI - Sospensione di tre mesi per l'ex prefetto di Vercelli, Salvatore Malfi, a Salerno dal 2016 dopo cinque anni di servizio in Piemonte. Lo ha disposto il pubblico ministero Davide Pretti, che sta coordinando le indagini, svolte da polizia e guardia di finanza, per abuso d’ufficio. Dalla procura hanno spiegato, ha scritto La Stampa di Vercelli, che Malfi avrebbe «ingenerato un clima di costante terrore e di estrema tensione negli uffici prefettizi». In particolare, secondo gli inquirenti, «il prefetto era solito rivolgersi ai dipendenti con espressioni ingiuriose, a sfondo sessista, umilianti e denigratorie, utilizzando toni e atteggiamenti discriminatori e minacciandoli finanche di morte».

Indagini partite dalla gestione del servizio per l’accoglienza dei richiedenti asilo
Le indagini sono partite da alcune verifiche sui soldi spesi per la gestione del servizio per l’accoglienza dei richiedenti asilo, nell’ambito del quale sono emersi gravi indizi in relazione a reati contro la pubblica amministrazione: dalla turbativa d’asta alla rivelazione di segreti d’ufficio, ma anche per reati contro l’assistenza familiare e contro la persona.