20 ottobre 2020
Aggiornato 07:30
Movimento 5 stelle

Carlo Martelli non si dimette

Il senatore del Movimento 5 stelle di Novara coinvolto nell'inchiesta delle Iene disobbedisce a Di Maio e tira dritto: «Non esiste nessun giudice che possa annullare la mia elezione»

NOVARA - Carlo Martelli, il senatore del Movimento 5 stelle di Novara coinvolto nell'inchiesta delle Iene sulle mancate restituzioni da parte di alcuni esponenti del M5s è tornato a parlare. Dopo essere «andato in sonno» a febbraio, oscurando la propria pagina Facebook e spegnendo il cellulare, ora che è stata ufficializzata la sua nomina a palazzo Madama (era capolista del M5s nel collegio plurinominale Piemonte 2), ha fatto sapere che la sua promessa di rinunciare al seggio era «da marinaio». Il ricercatore ha dichiarato agli organi di stampa di «non sapere ancora cosa farà» perché «e' troppo presto» non escludendo «nessuna soluzione».

Di Maio ha chiesto il passo indietro
Martelli quindi ha deciso di disubbidire al diktat del suo capo politico, Luigi Di Maio, che ha sempre chiesto a coloro che non hanno rispettato le donazioni di farsi da parte. Sul punto Martelli è categorico: «Non esiste nessun giudice che possa annullare la mia elezione. La possibilità che questa soluzione si realizzi è dunque in esistente».