15 ottobre 2019
Aggiornato 23:00
Imperia

La fioritura anticipata salva l'80% delle mimose dal gelo

Le restanti mimose fiorite non ancora raccolte saranno inutilizzabili, il 20% della produzione è andata persa. Il prezzo del fiore potrebbe aumentare quest'anno

Mimose non ancora raccolte
Mimose non ancora raccolte ANSA

SEBORGA - «La fioritura anticipata della mimosa, che inizialmente poteva sembrare un danno, a questo punto si è rivelata provvidenziale perché quel 20% circa che resta da raccogliere prima dell'8 marzo pensiamo sia andato distrutto dall'ondata di gelo e neve degli ultimi giorni». Lo ha detto Franco Fogliarini, presidente della cooperativa Agroflordi Seborga (Imperia) cui aderiscono 130 produttori di mimosa del comprensorio intemelio, considerato zona con la maggior produzione della provincia di Imperia.

RIMANENTE INUTILIZZABILE - «Mi azzardo a dire che il 100% della mimosa già fiorita e non raccolta e di quella che deve ancora fiorire sia inutilizzabile. - ha detto Fogliarini - Da metà gennaio a oggi ne abbiamo già raccolto un buon 80% parte della quale è già stata incartonata, parte spedita e parte è nelle celle frigo». La prima conseguenza è il possibile aumento del costo del cartone da tre chili, che da 30 potrebbe salire a 40 euro.