23 ottobre 2018
Aggiornato 17:00

Centrodestra, dazi sì o dazi no? La risposta secca di Salvini

Il leader del Carroccio: «Io vado al governo e difendo agricoltura e cibo italiani, se serve con dei balzelli perchè significa salvare posti di lavoro e salute»

ROMA - «Tutti attaccanoTrump sui dazi, gli dicono 'vergognati'. Io voglio fare in Italia la stessa cosa, i dazi si possono mettere» ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini ieri mattina ai microfoni idi Mattino 5. «Dobbiamo sapere che sulle nostre tavole arriva olio della Tunisia, arance e pomodori del Marocco, riso dalla Cambogia - ha aggiunto - Io vado al governo e difendo agricoltura e cibo italiani, se serve con dei dazi perchè significa salvare posti di lavoro e salute».

Stessi concetti ripetuti dal segretario del Carroccio a Radio Capital: «Proprio ieri su Fb ho pubblicato il programma comune del centrodestra, firmato da tutti. Sull'Europa c'è la difesa del made in Italy e la prevalenza della difesa dell'interesse dell'Italia sul diritto comunitario. La direttiva banche è contro la Costituzione, per esempio, mentre l'Ue dice che alcuni risparmiatori vanno difesi e altri no. Berlusconi si atterrà a quello che abbiamo firmato, e io pure».