25 febbraio 2024
Aggiornato 05:00
Appuntamenti

Eventi a Bologna, 7 cose da fare venerdì 19 gennaio

Dal musical, alla comicità, agli spettacoli a teatro per arrivare ai concerti. Ecco cosa vi attende in città ed una piccola guida per non perdersi il meglio

Bologna, 7 cose da fare venerdì 19 gennaio
Bologna, 7 cose da fare venerdì 19 gennaio Foto: Shutterstock

BOLOGNA – Spettacolo, commedia, musical, musica, e molto altro. Ecco qualche consiglio per non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti del venerdì sera bolognese.

Musical
Al Teatro EuropAuditorium, dopo 43 anni nuova edizione dello spettacolo «Aggiungi un posto a tavola» in una versione fedele all’originale. In scena le avventure del parroco di un paesino di montagna che un giorno, inaspettatamente, riceverà una telefonata speciale da parte di Dio.

Comicità
Al Teatro Celebrazioni, Enrico Bertolino porta in scenail suo «Di Male in Seggio», un monologo semiserio che prende spunto da alcune suggestioni del celebre filosofo polacco, da poco scomparso, Zygmunt Baumam. Si soffermerà sulle assurdità dei nostri gesti quotidiani, a partire dalla sindrome da smartphone, per raccontare l'evoluzione (o involuzione) della società moderna. «Di Male in Seggio» è uno spettacolo di instant theatre, formula che prevede di ospitare sul palco personaggi di spicco della vita pubblica nazionale che hanno origini o forti legami con la città in cui va in scena lo show. Sul palco, insieme allo stand up comedian milanese, ci saranno i polistrumentisti Roberto Antonio Dibitonto e Tiziano Cannas Aghedu che suoneranno tracce originali e altre tratte dal grande repertorio della musica leggera italiana.

Opera
Al Teatro Comunale di Bologna. «La Bohème» apre la Stagione di Opera e Danza 2018, con Michele Mariotti che dirige per la prima volta un titolo pucciniano. Nuovo allestimento firmato da Graham Vick,  scene e costumi di Richard Hudson. Scorcio di vita della gioventù parigina alla fine dell’Ottocento, La bohème di Giacomo Puccini debutta al Teatro Regio di Torino il 1 febbraio 1896, sul podio il ventinovenne Arturo Toscanini. Puccini guarda all’ultimo Verdi delineando una struttura drammaturgicamente e musicalmente molto libera, con una successione agevole tra arie e recitativi che gli permette di tratteggiare un quadro di profondo realismo di cui sono protagonisti quattro ragazzi in lotta con l’inesorabile fuggevolezza del tempo.

A teatro
Al Teatro Duse, «La cena perfetta», in un piccolo ristorante di Parigi dalla conduzione scalcinata e familiare, il Girgenti, si aspetta la visita di un ispettore della Guida Michelin. Gli acquisti maniacali e dispendiosi dello chef e propretario Salvatore, i debiti, l’eccentricità del cameriere, l’eccessiva generosità di Salvatore e le continue lamentele della moglie, stanno portando il locale al disastro. Con l'arrivo del critico gastronomico tutto potrebbe cambiare, ma non tutto andrà come previsto.

Mostre
Alla Odeon Gallery, Erica Fuschin presenta la mostra «Anima, Animus». Trovare l'Anima nei volti. L'artista è attraversata da una visione così potente che vede negli spazi, nel vuoto, dove nulla può in realtà essere visto. Vede tra le rughe, dietro gli sguardi. Il suo sguardo scarnifica la materia dissolvendola. Ma non per questo la rende sottile, eterea o distante: dopo averla destrutturata la riassembla, rinnovata, con colori forti e pennellate materiche di un'intensità quasi dolorosa. Guardando i suoi quadri siamo noi stessi visti e attraversati, inchiodati dal quadro che ci guarda... e improvvisamente in mostra siamo noi. Diventa esposizione di noi stessi. Siamo spinti inesorabilmente alla ricerca di quell'Anima che non sapevamo di voler trovare.

Ragazzi a teatro
All'Arena del Sole - Sala Thierry Salmon, «Peter Pan guarda sotto le gonne». Vincitrice del Premio Hystrio Scritture di scena nel 2017 con Stabat Mater, la giovane regista Livia Ferracchiati ha debuttato nell’agosto scorso con questo testo alla Biennale Teatro di Venezia che ha ospitato anche due suoi precedenti lavori. A Bologna presenta Peter Pan guarda sotto le gonne, primo capitolo di una trilogia sull’identità frutto del lavoro di scrittura di Greta Cappelletti e delle stessa Ferracchiati. Si tratta di un viaggio alla scoperta della propria identità, un viaggio vissuto da un bambino che cresce in un corpo femminile. Peter è un bambino di undici anni e mezzo, dai lunghi capelli biondi, ed è nato femmina; Peter ama giocare a calcio ma quando si sente osservato finge di giocare a pallavolo. Wendy è una ragazzina di tredici anni, è mora ed è molto brava a giocare con l’hula hoop, e ogni tanto si concede qualche sigaretta. Ben presto tra i due nasce una intensa amicizia, qualcosa che entrambi percepiscono e non sanno spiegarsi.

Per i più piccoli
Al Teatro Dehon, «Pinocchio», un musical che fa incantare i bambini ma che fa anche emozionare e divertire spettatori di tutte le età. Dall’inizio, dove durante un furioso temporale, un fulmine abbatte un albero in scena, alla sorprendente nascita del burattino, alla poesia del teatrino di Mangiafuoco e alle irresistibili gags di Gatto e Volpe, fino alla magia di Turchina che moltiplica Pinocchio nella scena mozzafiato degli specchi; e poi il Paese dei Balocchi, il circo, una memorabile scena in fondo al mare con la balena che ingoia Pinocchio, fino al finale, di enorme emozione.