15 novembre 2019
Aggiornato 00:30
Appuntamenti

Eventi a Firenze, ecco cosa fare venerdì 5 gennaio

Cinema, concerti, spettacoli e appuntamenti per i più piccoli. Ecco cosa vi attende in città e come fare per non perdere il meglio

Firenze, ecco cosa fare venerdì 5 gennaio
Firenze, ecco cosa fare venerdì 5 gennaio Shutterstock

FIRENZE – Film, musica dal vivo, commedie ed eventi per i vostri bambini. Ecco qualche consiglio per godersi la giornata e per non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti.

Cinema
Al Cinema Odeon, numeri poderosi e coreografie sgargianti si mescolano nello spettacolo ottocentesco che prende il nome di «The Greatest Showman», il biopic musicale con Hugh Jackman nei panni dell’abile intrattenitore di folle P.T. Barnum. L’astuto impresario circense, entrato in affari col giovane Phillip (Zac Efron), ha per le mani il rivoluzionario progetto di un enorme circo a tre piste, con quattro palcoscenici e ventimila posti a sedere. Gli ambiziosi uomini d’affari si lanciano con entusiasmo nella realizzazione del sontuoso spettacolo, che porta in scena nuove acrobazie e fenomeni da baraccone mai visti prima, finché entrambi non si infatuano di due giovani stelle del palcoscenico. Phillip si perde tra i volteggi e le giravolte della sensuale trapezista Anne (Zendaya), mentre Barnum viene stregato dal dolce canto dell’artista Jenny Lind (Rebecca Ferguson), la timida soprano nota al pubblico come «usignolo svedese», per la voce cristallina che arriva dritta al cuore.

Musica live
Alla Libreria Cafè La Citè, il live di «Nuddu». Lorenzo Baldini - Sassofono Contralto, Simone Tecla - Batteria e Ambientazioni Sonore Elettroniche, Piero Spitilli – Basso. Una formazione che con semplicità e passione si propone di viaggiare attraverso un suono dal multiforme ingegno, caratterizzato da ambientazioni sonore ricercate e sostenute da un personale sapore dell'improvvisazione. La musica a cui i «Nuddu» si ispirano è principalmente il Jazz e la sua lunga storia, ma il repertorio di questa band è un insieme eterogeneo al cui interno trovano spazio reinterpretazioni di standard, reinvenzioni di brani provenienti da luoghi e tradizioni musicali diverse e le loro composizioni originali, influenzate dalle personali sensibilità e ispirazioni compositive dei tre musicisti. «Nuddu» vuol dire Nessuno in dialetto siciliano, un Nessuno a cui questo gruppo, in ogni brano, dona un volto, un corpo e una musica per farlo muovere.

Commedia
Al Teatro di Cestello, in scena «Dove vai tutta nuda». Commedia scoppiettante dal sapore Belle Epoque. Ironia e satira , con al centro della vicenda un integerrimo deputato, appena eletto all’Assemblea Nazionale e sua moglie poco avvezza ancora al ruolo sociale che l’attende, anche come prossima probabile consorte di un ministro o magari, chissà, addirittura del Presidente della Repubblica. In casa dell’onorevole è un via vai di visite istituzionali, di giornalisti tra alleati e avversari politici ma la signora è disposta a mostrarsi all’altezza della situazione e delle ambizioni di cotanto sposo? A rinunciare alle proprie comode .libertà domestiche? Info e prenotazioni: 055.294609, prenotazioni@teatrocestello.it, www.teatrocestello.it.

Party
Cristina D'Avena torna al Viper per l'appuntamento annuale col magico mondo dei cartoons, una serata per iniziare l'anno tornando bambini e dove poter cantare a squarciagola le canzoni che hanno contraddistinto la nostra infanzia: dai Puffi a Holly e Benji passando per Memole, Pollyanna, Tazmania e tante altre bellissime sigle. Apriranno la serata i Back To The 90s Boys la boy band che ripropone i successi degli anni 90/2000, dagli Articolo 31 ai Backstreet Boys passando per tutte le hits della nostra adolescenza. Dopo i Live si continuerà fino alle 4 con DJ-Set Trash/90/Rock a cura del mitico DJ I'Bestia.

Per i più piccoli
Alle 16.45, nel Chiostro di Santo Spirito appuntamento con i Pupi di Stac, Compagnia teatrale fiorentina che dal 1946 incanta grandi e piccini con i propri pupi, ovvero burattini in legno intagliato dell’altezza di circa 60 centimetri. La Compagnia vide tra i primi collaboratori Paolo Poli, seguito poi dalla sorella Laura che, coaudivata dal figlio Enrico, porta avanti oggi questo progetto.