16 gennaio 2021
Aggiornato 19:00
Cantiere centrodestra

Salvini: «Alleanza solo con patto scritto prima del voto»

Il segretario della Lega nord: «Con gli altri leader del centro destra "ci incontreremo per gli auguri di Natale. Cancellare la legge Fornero»

ROMA - Lavoro, tasse e immigrazione, «che sta portando disastri nelle nostre città». Sono queste le priorità che secondo Matteo Salvini, segretario della Lega, un futuro governo di centrodestra dovrà affrontare dopo le elezioni. Ma vanno messi nero su bianco subito alcuni «capisaldi», come l'abolizione della riforma Fornero. Altrimenti «non c'è alleanza», ha avvertito durante la trasmissione «In mezz'ora» su Rai 3 con Lucia Annunziata.

Cancellare legge Fornero
Secondo Salvini, a differenza del Pd e del Movimento 5 Stelle «il centrodestra al 40 per cento può arrivarci. Io chiedo che ci sia un programma comune. Voglio che i patti agli italiani siano chiari prima». Con gli altri leader del centro destra «ci incontreremo per gli auguri di Natale. Io è da 4 anni che giro l'Italia dicendo che nel primo Consiglio dei ministri a guida Salvini la prima legge che cancelliamo è la Legge Fornero, il governo di cui farò parte deve impegnarsi a cancellare la Legge Fornero. Poi si può discutere di tutto, ma su alcuni capisaldi: la cancellazione della Fornero, la protezione dei confini e l'espulsione dei clandestini, la riforma della buona scuola, che ha devastato il mondo della scuola, su questo l'accordo deve esserci prima». «Sul cancellare la legge Fornero non c'è trattativa possibile - ha insistito il leader della lega -. Sto lavorando per un centrodestra chiaro e serio, è questo il mio obiettivo, io ritengo che Berlusconi voglia fare gli interessi del Paese».