26 ottobre 2020
Aggiornato 01:30
Appuntamenti

Eventi a Firenze, 6 cose da fare mercoledì 14 dicembre

Musica, libri, spettacolo, mercati. Ecco che cosa riserva il giovedì fiorentino e gli appuntamenti da non perdere

FIRENZE – Dai concerti, agli appuntamenti in libreria, dagli spettacoli ai mercati. Ecco che cosa vi attende in città e qualche consiglio per non perdere i momenti più interessanti

Samuel in concerto
All'Auditorium Flog, «Il Codice Della Bellezza», primo tour da solista di Samuel, non accenna a fermarsi. Voluti e ideati dallo stesso Samuel, quelli de Il Codice Della Bellezza Tour sono concerti dinamici, che esaltano al meglio l’ecletticità dell’artista torinese, in cui all’energia dell’elettronica si mescolano momenti pop, rock e acustici. Uno spettacolo suggestivo, pensato nei minimi dettagli, in cui il palco, completo di un caleidoscopio di luci, è stato immaginato come un grande schermo video che proietta immagini rubate alle canzoni dell’album dando vita a un vero e proprio film del #codicedellabellezza. Protagoniste della scenografia sono tre postazioni musicali su pedane cilindriche che rappresentano al meglio le tre anime musicali di Samuel: il ritmo, l’armonia e la melodia. Il concerto parte dalle tracce del suo primo disco solista Il codice della bellezza (Sony Music), passando per alcuni brani scritti per altri artisti (Grande sole e Costa poco), un brano inedito scritto apposta per il live (Il Rischio) e un piccolo omaggio ai Subsonica con le canzoni più vicine a Samuel del repertorio della band. Il codice della bellezza ha debuttato lo scorso febbraio sul podio della classifica FIMI degli album italiani più venduti, al primo posto della classifica FIMI in formato LP e ha visto i singoli conquistare le classifiche dei brani più trasmessi in radio. La Luna Piena è il brano attualmente in rotazione radiofonica e segue i successi di Vedrai, presentato all’ultimo Festival di Sanremo e certificato disco d’oro, La risposta, Rabbia e La statua della mia libertà.

Fabio Volo a Firenze
All'Ibs Bookshop, incontro con Fabio Volo, in occasione dell’uscita del suo nuovo libro «Quando tutto inizia», Mondadori. Silvia e Gabriele si incontrano in primavera, quando i vestiti sono leggeri e la vita sboccia per strada, entusiasta per aver superato un altro inverno. La prima volta che lui la vede è una vertigine. Lei non è una bellezza assoluta, immediata, abbagliante, è il suo tipo di bellezza. Gli bastano poche parole per perdere la testa: scoprire che nel mondo esiste qualcuno con cui ti capisci al volo, senza sforzo, è un piccolo miracolo, ti senti meno solo. Fuori c’è il mondo, con i suoi rumori e le sue difficoltà, ma quando stanno insieme nel suo appartamento c’è solo l’incanto: fare l’amore, parlare, essere sinceri, restare in silenzio per mettere in ordine la felicità. Fino a quando la bolla si incrina, e iniziano ad affacciarsi le domande. Si può davvero prendere una pausa dalla propria vita? Forse le persone che incontriamo ci servono per capire chi dobbiamo diventare, e le cose importanti iniziano quando tutto sembra finito. Questo libro racconta una storia d’amore, ma anche molto di più. I sentimenti sono rappresentati nelle loro sfumature e piccole articolazioni con la semplicità e l’esattezza che rendono Fabio Volo un autore unico e amatissimo dai lettori italiani e non solo. Sullo sfondo di una narrazione che trascina fino all’ultima pagina c’è la sempre più difficile scelta tra il noi e l’io, tra i sacrifici che facciamo per la nostra realizzazione personale e quelli che siamo disposti a fare per un’altra persona, per la coppia o la famiglia. La differenza di dimensione tra essere felici ed essere felici insieme.

A teatro
Al Teatro delle Arti, «Ping Pong – Oltre la rete» è un caso unico di spettacolo teatrale in cui lo sport viene anche agito direttamente sul palcoscenico. Alessio Sardelli, che prima di calcare i palcoscenici è stato campione italiano di doppio nel tennis da tavolo, intrepreta Ernesto Volo, ex campione proprio di tennis da tavolo che, alla soglia dei sessant’anni, gioca contro se stesso e si impegna sulla scena in schiacciate e colpi d’effetto, un atleta della fantasia in un immaginario allucinato, dove il mondo perde purezza e si contamina nella tragedia comica: l’ossessiva ripetizione dell’umano che tenta di trascendere l’umano. Per info: 055.8720058

Spettacolo
Al Teatro Puccini, «Delusionist», di Natalino Balasso e Marta Dalla Via. Raccontano un presente alternativo dove non c’è più niente da recitare. I tempi son coriacei. Anche chi ha un obiettivo base come campare si trova a fare i conti con uno standard di sopravvivenza sempre più alto e con la frustrazione che ne deriva. Tutti vivono una specie di paradosso di Zenone economico: la soddisfazione, anche se lenta è sempre leggermente avanti a noi. Oggi, esistere, è pura performance, e diventa salvifica una pillola che permette di rimanere accesi sette giorni su sette ventiquattro ore su ventiquattro. Un semplice modo per debellare l’oltraggio alla produttività fatto dal tempo passato a dormire, o sognare forse. Questo farmaco è il protagonista del nostro racconto.Insieme ai suoi effetti collaterali.

Note al museo
Sono gli strumenti musicali raffigurati nelle opere conservate nel Museo dell’Opera del Duomo i protagonisti dell’appuntamento. A farli rivivere, ma spiegando anche al pubblico le loro caratteristiche sonore e tecniche in quello che sarà un concerto-conversazione, sono i musicisti dell’Ensemble Micrologus: gruppo di fama internazionale che ha contribuito alla riscoperta della musica medievale restituendone lo spirito attraverso gli strumenti del tempo e un attento lavoro di ricerca e studio delle fonti, e noti anche per aver partecipato alla realizzazione di colonne sonore come Ragazzi fuori di Marco Risi eMediterraneo di Gabriele Salvatores. Prenotazione obbligatoria da giovedì della settimana precedente al concerto presso il Centro Arte e Cultura dell’Opera di Santa Maria del Fiore o online sul sito operaduomo.firenze.it/eventi. Per ulteriori informazioni chiamare il 055 2302885 o scrivere a eventi@operaduomo.firenze.it.

Mercato agricolo
Alla Cooperativa Agricola di Legnaia, dalle 16 alle 21 si festeggerà il Natale con i mercatini dei soci agricoltori e degli artigiani locali. Ceste natalizie a marchio Legnaia con i nostri prodotti locali e composizioni verdi e floreali del nostro vivaio.