14 luglio 2020
Aggiornato 05:00
Appuntamenti

Eventi a Firenze, 6 cose da fare venerdì 24 novembre

Dalla grande musica, agli appuntamenti con lo shopping, fino agli spettacolo a teatro. Ecco tutto quello che dovete sapere per organizzare al meglio la vostra serata

Firenze, 6 cose da fare venerdì 24 novembre
Firenze, 6 cose da fare venerdì 24 novembre Shutterstock

FIRENZE – I grandi concerti, gli sconti speciali, gli appuntamenti a teatro. Ecco qualche consiglio utili per trascorrere al meglio il vostro venerdì in città.

Caparezza a Firenze
Al Nelson Mandela Forum, torna Caparezzacon il suo nuovo tour. A tre anni di distanza da «Museica», Caparezza torna con un nuovo album «Prisoner 709» e un nuovo tour nei palazzetti che partirà.

Black Friday a Barberino Designer Outlet
Tradizione, sconti, regali: tutto questo vuol dire Black Friday, un’idea nata negli Stati Uniti e legata al giorno del Ringraziamento che da qualche anno è sbarcata anche in Italia dove tutti gli amanti dello shopping possono fare ottimi affari. Cosa vuol dire? Tre giorni all’insegna dello shopping di qualità a Barberino Designer Outlet con il Black Friday che quest’anno non si limiterà alla sola giornata di venerdì, ma si protrarrà per l’intero weekend con i prezzi outlet ulteriormente scontati fino al 50%. Presso tutte le grandi firme che hanno aderito, alle tradizionali grandi offerte del Centro, si aggiungerà, infatti, un’ulteriore promozione valida esclusivamente dal 24 al 26 novembre. Il tutto nella magica atmosfera natalizia di Barberino Designer Outlet, con il grande albero, le luci, la ghirlanda gigante per i tuoi scatti e soprattutto la grande giostra pronta ad accogliere gratuitamente grandi e piccini, per sognare ogni giorno.Il Barberino Designer Outlet è raggiungibile dal centro di Firenze con la comoda navetta quattro volte al giorno: prenotandola online, il prezzo è ridotto del 20%.Per conoscere i brand che hanno aderito all’iniziativa visita il sito internet. Per informazioni: www.mcarthurglen.it/barberino.

Concerti
«Human Feel» in concerto alla Sala Vanni alle 21. La leggendaria incubatrice di talenti jazz del 21mo secolo, si riunisce per un tour europeo e segna i loro primi trent’anni come quartetto. Fondato nel 1987 il quartetto vede protagonisti Jim Black, Andrew D’Angelo, Chris Speed e Kurt Rosenwinkel. Black, D’Angelo e Speed sono subito stati associati alla scena Downtown, incentrata sulla Knitting Factory, mentre Rosenwinkel fece gruppo con musicisti come Joshua Redman, Mark Turner, Brad Mehldau e fu associato alla cosiddetta scena Smalls più tradizionale. Ma Human Feel nega da sempre queste classificazioni e rivendica un suo territorio artistico che spazia liberamente tra l’una e l’altra diverse aree musicali.Bilanciando ordine e caos, disciplina e anarchia, Human Feel riesce egregiamente a stare in bilico, influenzando le nuove generazioni di ascoltatori, ma al tempo stesso ricordando ai fan storici il loro spazio vitale nel mondo della musica creativa. Per informazioni: www.musicusconcentus.com.

A teatro
Al Teatro Cantiere Florida, lo spettacolo Trapanaterra. L’emigrato è un naufrago in terra natia. Quello che ha conosciuto lo rende estraneo. Quello che sa, e che gli altri non sanno, lo rende più solo. «Trapanaterra» è un’Odissea lucana, una riflessione sul significato di radice per chi parte e per chi resta, un’ironica e rabbiosa trattazione dello sfruttamento di una terra. «Chi sei? Dove vai? Da dove vieni? Cosa vai cercando? Quando te ne andrai?» sembra dire il fratello che è restato a quello che è tornato, organetto alla mano, alla terra dei padri. Il più piccolo in calosce si districa tra i tubi gorgoglianti della raffineria. Il più grande, quello che è scappato, è un bohémien che respira di nuovo l’aria di casa, una casa che forse non c’è più, che è cambiata. Un Paese di musica e musicanti dove non si canta non si balla più, nemmeno ai matrimoni. Si può solo sentire il rumore delle trivelle, la puzza dei gas e il malaffare. Qualcuno è partito perché altri potessero crescere, perché la terra madre non ha i mezzi per alimentare le speranze di tutti. Ma di chi è il coraggio, di chi resta? O di chi torna?

Spettacolo
Al Teatro Puccini, lo spettacolo «Guardiana» con musiche originali interpretate al piano da Remo Anzovino, regia Gianmarco Tognazzi. Una donna sola in una casa di campagna riflette sul suo modo di amare. La contrapposizione poetica e narrativa tra l’io femminile e l’io maschile, tra individui che si amano o si sono amati e cercano le parole per sublimare il loro sentimento – dialogo che il pubblico ascolta coi toni di un duplice monologo – ha nella musica la terza voce, anch’essa protagonista fondamentale della pièce, in un crescendo di sensazioni.

A ritmo di swing
Al Cafè 19.26 alle 21, ci sarà un eccezionale gruppo Swing l’«Andrea Vincenti Swingtet!» Il loro sound jazz-swing vi catapulterà nei fumosi club clandestini degli anni '30/'40, il repertorio è composto da brani della tradizione Swing Italiana con uno sguardo oltreoceano rivolto alle Big Band della "swing era", alternando atmosfere eleganti e raffinate ideali per conversare sorseggiando un rum, a momenti più ritmati e ballabili, arrivando al cuore del pubblico di tutte le età.