15 luglio 2020
Aggiornato 14:00
Appuntamenti

Eventi a Bologna, ecco cosa fare martedì 21 ottobre

La grande musica internazionale, il teatro, la scultura e l'arte. Ecco tutto quello che vi attende in questo martedì bolognese e che non potete farvi scappare

Bologna, ecco cosa fare martedì 21 ottobre
Bologna, ecco cosa fare martedì 21 ottobre Shutterstock

BOLOGNA – Dalla musica al teatro fino all'arte. Ecco qualche consiglio per iniziare bene la propria settimana e non lasciarsi sfuggire gli appuntamenti più interessanti.

Musica live
Al Bravo Caffè, alle 22, il live di Maria Gadù. L'astro nascente della musica brasiliana, un vero talento, amata e coccolata da maestri come Caetano Veloso e Tony Bennett. Con un solo singolo, «Shimbalaie» - scritto all'età di dieci anni! - è stata capace di vendere mezzo milione di copie e rimanere in classifica per oltre dieci settimane anche in Italia. L'album d'esordio, «Maria Gadù» (2009), da cui il singolo è tratto, ha ottenuto il disco d'oro e ricevuto due nomination ai Latin Grammy Award come «Miglior Artista Rivelazione» e «Miglior Album di un Cantautore». Dopo un inizio in cui si esibiva anche come artista di strada, nella vita della Gadù è arrivato il ciclone Caetano Veloso che l'ha invitata a fare un duetto quando ancora non aveva registrato un album. Classe 1986, la Gadù è cresciuta ascoltando le ballate di Marisa Monte, i classici di Chico Buarque e i samba del grande vecchio Adoniran Barbosa. Nel corso del tempo è riuscita a elaborare una formula molto personale in cui fa confluire folk, Música Popular Brasileira, pop e bossa nova. Passata in breve tempo dai localini di quartieri di Rio come Barra da Tijuca e Zona Sul alla ribalta della televisione e delle classifiche, la Gadú ha venduto quasi un milione di dischi con tre soli album e duettato con artisti quali Ana Carolina, Gilberto Gil, Milton Nascimento, Ivan Lins e, come detto, Veloso.

Spettacolo
All'Arena del Sole - Sala Leo de Berardinis, dopo il successo internazionale di «Ce ne andiamo per non darvi altre preoccupazioni», premio Ubu 2014 per la ricerca drammaturgica, Daria Deflorian e Antonio Tagliarini propongono un nuovo lavoro il cui punto di partenza è il fenomeno irreversibile dell’urbanizzazione dei paesaggi e dei modi di vivere, lo spettacolo «Il cielo non è un fondale».

Comicità
Per la prima volta nel cuore dell'Università di Bologna, una serata di Stand up Comedy. Cinque comici armati di un microfono che vi diranno in faccia cosa pensano. Senza filtri e facendovi ridere. Sul palco: Walter Bellapianta, Ricky Cantoni, Bob Ferrari, Maristella Losacco e Bruno Donatiello. Spettacolo dalle 21.

Sculture a teatro
Al Teatro Duse, dalle 19, Paolo Guglielmo Conti presenta al pubblico bolognese alcune sculture pensate appositamente per lo spazio che le ospita, circondate da altre, precedentemente realizzate, che ne fanno una sorta di arcipelago dove il continuo flusso della marea ne scopre materia ed immagine. Giocose, poetiche, sospese sempre tra struttura e vuoto, creano figure della memoria capaci di farci sognare. Tondini di ferro, pietre e vetri preziosi, convivono e compartecipano alla formazione di un linguaggio del tutto personale fino a rendere vive le ultime realizzazioni sonore e meccaniche.

Mostre
La Galleria Spazia inaugurerà la nuova stagione espositiva con la mostra «Light & Motion in Art», esposizione che vedrà riuniti i maggiori protagonisti dell’arte cinetica internazionale, tra i quali Davide Boriani, Martha Boto, Nino Calos, Gianni Colombo, Toni Costa, Dadamaino, Karl Gerstner, Franco Grignani, Manfredo Massironi e Joel Stein. L'evento si terrà presso la galleria, in via dell'Inferno 5, il 21 ottobre, a partire dalle 18, fino alle 20.30.