15 novembre 2019
Aggiornato 22:00
L'annuncio

Grazie allo sport Genova si rilancia in Europa

Presentata la candidatura a Capitale europea dello sport per il 2022 o il 2023. Il Sindaco Bucci: «Finanziamenti per ristrutturare i nostri impianti sportivi e fondi anche per rinnovare il waterfront di levante»

Gara di vela
Gara di vela ANSA

GENOVA - Genova si candida a Capitale europea dello sport per il 2022 o per il 2023: lo ha annunciato il sindaco Marco Bucci stamani a Palazzo Tursi, prevedendo «una bella sfida che avrà un'importante ricaduta economica. Genova si vuole candidare a Capitale europea dello sport per il 2022 o per il 2023 - ha aggiunto il sindaco - Genova si rilancia in Europa, punta ad essere internazionale. Vuol dire avere finanziamenti per ristrutturare i nostri impianti sportivi e avremo fondi anche per rinnovare il waterfront di levante».

CAPITALE DEGLI SPORT ACQUATICI - Bucci ha sottolineato che «Genova è capitale degli sport acquatici, una particolarità che altre città non hanno». Come illustrato dal presidente e fondatore di Aces Europe, l'Associazione delle capitali europee dello sport, Francesco Lupattelli, l'attuale capitale europea è Marsiglia, la prossima sarà Sofia, poi Budapest e Malaga. Per il '22 si sono candidate l'Aja-Den Haag, Lisbona e Genova.

LA SELEZIONE - La procedura prevede che le città candidate presentino dossier che vengono valutati da tre atenei di tre paesi non partecipanti, quindi nel mese di ottobre 2019 le due città finaliste saranno visitate da una delegazione e nel novembre 2019 sarà comunicato chi ha vinto.