16 luglio 2019
Aggiornato 04:30
banche

Rivoluzione Banca Carige, cambio ai vertici

Gabriele Delmonte è stato nominato direttore genarale e presto il consiglio sarà chiamto a individuare il nuovo amministratore delegato. Chiesti, inoltre, da parte della Bce, dei chiarimenti sulla governance della Banca

Rivoluzione Banca Carige, cambio ai vertici
Rivoluzione Banca Carige, cambio ai vertici ANSA

GENOVA - Gabriele Delmonte è stato nominato Direttore Generale ad interim dal Cda di Banca Carige. In accordo con il nuovo Direttore Generale, sono stati conferiti gli incarichi ad interim di Chief Financial Officer a Gianluca Caniato e di General Counsel a Edoardo Vinelli, individuati nel corpo dirigente della Banca.

Cambio ai vertici di Banca Carige
Il Consiglio ha altresì deliberato di procedere immediatamente alla individuazione di un nuovo Amministratore Delegato e ha demandato al Comitato Nomine, allo scopo integrato da due Consiglieri, di attivarsi sollecitamente. Al termine della seduta del Consiglio di Amministrazione, si è riunito lo stesso Comitato Nomine, che ha dato inizio alla relativa procedura.

Il Comitato Esecutivo
Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre integrato la composizione del Comitato Esecutivo, del Comitato Rischi e del Comitato Remunerazione. Luciano Pasquale è stato nominato membro del Comitato Esecutivo, con l'indicazione di Sara Armella ad assumere la carica di Presidente; membri del Comitato Rischi sono stati nominati Giuseppe Pericu e Lucia Venuti, con l'indicazione di Giulio Gallazzi ad assumere la carica di Presidente; Giuseppe Pericu è stato nominato membro del Comitato Remunerazione.

Chiarimenti sulla governance della banca
La Bce ha chiesto a Banca Carige di fornire entro il prossimo 23 giugno chiarimenti sulla governance della Banca, sull'esecuzione del piano di riduzione dei crediti deteriorati (Npl) e sul conseguente fabbisogno di capitale. Nel ribadire la volontà espressa nella seduta del 9 giugno u.s. di procedere all'attuazione del Piano Strategico in piena conformità alle indicazioni dell'Autorità di Vigilanza, il Consiglio di Amministrazione fornirà le informazioni richieste entro la data indicata, consapevole che il mancato adempimento comporterebbe eventuali valutazioni da parte della Bce previste dalla normativa di Vigilanza.

Il Cda ha inoltre deliberato di procedere nei modi più opportuni alla risoluzione del contratto di lavoro con Guido Bastianini a seguito della delibera dello scorso 9 giugno le cui motivazioni sono state a suo tempo comunicate. Il Consiglio ha deliberato anche di procedere nei modi più opportuni alla risoluzione del rapporto di lavoro con il Chief Financial Officer Arturo Betunio per il venir meno del rapporto di fiducia.