24 giugno 2017
Aggiornato 15:30
Terrorismo islamico

Silli (Fi): «Seppellire terroristi islamici avvolti nel maiale»

Provocazione da parte del responsabile nazionale Immigrazione di Forza Italia, che dopo lo scontro a fuoco di ieri sera nel centro di Parigi: «Un serio deterrente in quanto il proprio sacrificio sarebbe vano e non si andrebbe in Paradiso dopo la morte»

Il responsabile nazionale Immigrazione di Forza Italia, Giorgio Silli
Il responsabile nazionale Immigrazione di Forza Italia, Giorgio Silli (Immagini Giorgiosili.it)

ROMA – Provocazione da parte del responsabile nazionale Immigrazione di Forza Italia, Giorgio Silli, che dopo lo scontro a fuoco di ieri sera nel centro di Parigi ha proposto che «i terroristi islamici vengano sepolti avvolti da pelle di maiale».

«Non si può pensare di combattere il fanatismo religioso senza l'aiuto della religione»
«Nei decenni scorsi, alcune potenze coloniali sembra avessero adottato l'uso e consuetudine di seppellire la salma di attentatori e terroristi in pelli di animali considerati impuri per l'Islam, maiale in primis, ma anche cane, cinghiale e molti altri. Questo forniva un serio deterrente in quanto il proprio sacrificio sarebbe stato vano e non avrebbero raggiunto il Paradiso dopo la morte», ha spiegato il forzista. «Non si può pensare di combattere il fanatismo religioso senza l'aiuto o i suggerimenti della religione stessa», ha aggiunto Silli.

«Moderati sì ma bischeri no»
«Il mio partito, il partito del presidente Berlusconi – ha rivendicato - è un partito di moderati, un partito che cerca la pace e il benessere per il nostro paese e per il mondo. In Toscana però c'è un proverbio che rende perfettamente l'idea: moderati sì ma bischeri no. È impensabile continuare a parlare solo di immigrazione, di integrazione e di Ius Soli in un momento come questo».

«Ci dicano gli Imam come fare»
Il politico azzurro ha concluso la sua riflessione rivolgendosi alle comunità musulmane: «Oltre a prendere le distanze a parole, ma purtroppo non tutti lo fanno, si mettessero a disposizione per creare le condizioni affinché gli attentati si rivelino inutili e, anzi, controproducenti, per gli attentatori che sedicentemente ricercano la salvezza ed il Paradiso provocando morte e disperazione. Suggeriscano, se davvero l'Islam è una religione di pace come dicono, che cosa usare come deterrente. Ci dicano gli Imam come fare in modo che il terrorista non riesca guadagnarsi il Paradiso».