17 febbraio 2020
Aggiornato 19:30
Fratelli d'Italia

Meloni: «Le primarie di centrodestra ci devono essere. Il 28 in piazza per chiedere anche quello»

La leader di Fratelli d'Italia ospite di 8 e mezzo su La7 ha ricordato che la manifestazione di sabato a Roma è stata convocata per chiedere che gli italiani possano tornare a votare. L'ex ministra ha spiegato di aver invitato tutti gli esponenti del centrodestra a Italia Sovrana, ma non solo: anche gli elettori delusi dei 5 stelle e della sinistra saranno i benvenuti

ROMA - La leader di Fratelli d'Italia ospite di 8 e mezzo su La7 ha ricordato che la manifestazione di sabato a Roma è stata convocata per chiedere che gli italiani possano tornare a  votare. L'ex ministra ha spiegato di aver invitato tutti gli esponenti del centrodestra a Italia Sovrana, ma non solo: anche gli elettori delusi dei 5 stelle e della sinistra saranno i benvenuti.

In piazza per dire «Gli italiani prima di tutto»
La fondatrice di Fdi ha ricordato il programma della manifestazione del 28 gennaio a Roma: il ritrovo è previsto a partire dalle 14 in piazza della Repubblica dalla quale si snoderà il corteo in direzione di palazzo Chigi; i comizi infatti si terranno in piazza San Silvestro dalle 15,30. Meloni ha spiegato che la manifestazione ha come tema centrale la sovranità del popolo italiano, «quello che mi piace di Donald Trump è che dice 'America first', noi anche prima di lui abbiamo sempre detto 'Italiani prima di tutto'». Quanto alle primarie di centrodestra queste si devono tenere, ha insistito la deputata, annunciando la sua candidatura e insistendo su un punto: la coerenza. «Chi ha deciso di stare in questa metà campo non dovrebbe ammiccare anche all'altra». Quanto a Silvio Berlusconi, per Meloni non è più accettabile rimandare le elezioni, come vorrebbe Forza Italia, perché da tempo ormai la sinistra negli ultimi anni ha costruito un sistema in cui se gli italiani votano in maniera diversa da quella che è la volontà dell'establishment allora non devono più votare.