25 febbraio 2020
Aggiornato 02:00
Politica e Tv

La divertentissima imitazione della Raggi di Sgarbi

Prosegue la crociata del critico d'arte contro la sindaca di Roma che è tornato a definire la prima cittadina una “nuova Ambra Angiolini”, durante Piazza Pulita su La7, come già aveva fatto nelle scorse settimane in una diretta Facebook

ROMA – Prosegue la crociata di Vittorio Sgarbi contro la sindaca di Roma, Virginia Raggi. Il critico d'arte è tornato a definire la prima cittadina una «nuova Ambra Angiolini», durante Piazza Pulita su La7, come già aveva fatto nelle scorse settimane in una diretta Facebook in cui si scagliava contro la volontà della giunta capitolina di autorizzare la costruzione di un nuovo stadio a Roma.

«Innocente come la Vispa Teresa»
Sgarbi non si è limitato a paragonare la Raggi alla showgirl diventata celebre con Non è la Rai, ma la ha anche imitata sostenendo che la sindaca di Roma è «teleguidata» a distanza da Beppe Grillo e che quando si auto-assolve è come «la vispa Teresa, innocente». L'accostamento della Raggi ad Angiolini ha strappato oltre che l'applauso del pubblico anche una sincera risata al conduttore tv, Corrado Formigli che non ha saputo resistere al critico d'arte che in falsetto ha esclamato: «L'ho detto a Beppe, me lo ha detto Beppe, ma vaffan...o Beppe del ca...o!» e poi ancora: «Roma non può avere un sindaco innocente, perché è innocente, come la vispa Teresa, che ca...o di sindaco è? Roma ha sindaco quello lì? Ma vaffa...o va!». Lo spezzone di trasmissione in poche ore è diventato virale, con lo stesso critico d'arte che lo ha riproposto sulla sua pagina Facebook collezionando centinaia di commenti, la maggior parte di sostegno alle sue tesi, anche se non mancano le prese di posizione a favore della Raggi.