16 ottobre 2019
Aggiornato 17:00
Dopo giorni di polemiche e caos

Roma, l'M5s fa quadrato intorno alla Raggi. E lei: «Non mollo»

Virginia Raggi non molla e il partito è con lei. E' questo il messaggio che da ieri sera il MoVimento vuole mandare ai cittadini, nel tentativo di superare il caos degli ultimi giorni

Il sindaco di Roma del MoVimento Cinque Stelle Virginia Raggi.
Il sindaco di Roma del MoVimento Cinque Stelle Virginia Raggi. Shutterstock

ROMA - Virginia Raggi non molla. Lo ha detto lei stessa esplicitamente, rispondendo ad alcuni cittadini, che la esortavano a «tenere duro», mentre lasciava il Parco della Resistenza al termine delle celebrazioni per il 73 anniversario della difesa di Roma a Porta San Paolo 8 settembre 1943. Ha voluto rassicurare così, dunque, i suoi sostenitori, dopo che ieri la sindaca ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un video in cui ricostruiva l'accaduto e ribadiva la sua posizione: finché non si saprà di più della situazione sulla Muraro, l'Assessore rimane blindato.

Il mini-direttorio lascia
Intanto, dalla Capitale il mini-direttorio romano, composto da Paola Taverna, Fabio Massimo Castaldo e Gianluca Perilli, annuncia il proprio scioglimento. Perché ormai «la macchina amministrativa è partita ed è giusto che ora proceda spedita. Per questo, riteniamo che oggi il nostro compito non sia più necessario», scrivono sul blog del M5S. Ma assicurano: «non faremo mai mancare il nostro sostegno e il nostro contributo» all'amministrazione capitolina.

Tutti con Virginia
Al mini-direttorio romano fa eco il Direttorio nazionale: «Virginia Raggi è forte del mandato di quasi 800.000 romani e del sostegno e della fiducia piena dell'intero Movimento 5 Stelle». La firma è di Alessandro Di Battista, Luigi Di Maio, Roberto Fico, Carla Ruocco, Carlo Sibilia. Con il post viene lanciato anche l'hashtag #SiamoTuttiConVirginia. Il messaggio che, dopo giornate di polemiche convulse, i pentastellati vogliono lanciare è dunque quello dell'unità.

La fiducia del MoVimento
«Il sindaco di Roma Virginia Raggi e tutti gli assessori - si legge nel post - stanno lavorando a testa bassa per restituire ai romani una città pulita, ordinata, funzionante, viva e risolvere i danni lasciati da venti anni di mala politica e di mala gestioneda parte dei partiti e di certi dirigenti delle municipalizzate, il Pd e i giornali si occupano solo di colpire la Raggi e il Movimento 5 Stelle a suon di balle».

Attacchi
Lo fanno, secondo i vertici M5s, pubblicando «retroscena e notizie false sui rapporti dei portavoce del MoVimento 5 Stelle con Virginia Raggi e gli assessori nel tentativo di screditare l'operato del sindaco e nella speranza (vana) di spaccarci» e sostenendo che Roma nelle ultime settimane sia stata invasa dai rifiuti, «quando in realtà i romani da anni hanno sotto gli occhi lo stesso degrado, eccezion fatta per la pulizia che nei primi giorni abbiamo effettuato sul Lungotevere e nella pista ciclabile di Tor Bella Monaca, che ora è di nuovo utilizzata dai bambini del quartiere». «A questa gente di risollevare Roma non frega niente: vogliono solo indebolire il sindaco e il MoVimento 5 Stelle», ma, promettono, «i loro tentativi non serviranno a nulla».

La battaglia continua
E poi ci sono i giornalisti, che, secondo il Direttorio, «continueranno a inventare di sana pianta 'processi' e 'strigliate' al sindaco, 'guerre' e 'caos'». Ma, nonostante tutto, «noi continueremo a stare al fianco di Virginia per sostenerla nella nostra battaglia comune. Non c'è solo la spazzatura da cancellare, ma un intero sistema marcio di poteri forti che continua a proporre soluzioni antieconomiche, pericolose e dannose come gli inceneritori, vedi il ministro dell'Ambiente Galletti, e che ha paura che il MoVimento 5 Stelle spazzi via anche loro. E' solo questione di tempo e Roma e i romani torneranno a respirare aria pulita in tutti i sensi».

(Fonte Askanews)