20 gennaio 2020
Aggiornato 08:00
Sperimentazione con Anac funziona

Sanità, Zingaretti: 240 milioni per il Policlinico Umberto I

«La Regione Lazio è una casa di vetro», dice il presidente Zingaretti a proposito del rapporto che lega l'Autorithy anitcorruzione di Raffaele Cantone e la Regione Lazio

ROMA - Prosegue, e con successo, la collaborazione tra la Regione Lazio e l'Anac di Raffaele Cantone. «Non posso che esprimere un ringraziamento per il lavoro di quest'anno all'authority e al dottor Cantone, grande soddisfazione per le parole che abbiamo ascoltato e per la scelta di proseguire una collaborazione che per noi ha un semplice obiettivo: fare della Regione Lazio una casa di vetro». Parole del presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, in occasione della firma del protocollo tra Anac e Regione Lazio sul policlinico Umberto I.

Appalti controllati
«Grazie alla collaborazione con l'Anac - e la regione è stata il primo ente italiano ad avviare questa sperimentazione che è un pilastro fondamentale - tutti gli atti dei bandi di gara vengono costruiti con un confronto costante e continuo con l'autorità anticorruzione così da produrre bandi di gara il più trasparenti e forti possibile», continua il presidente della Regione Lazio.

I fondi per il Policlinico Umberto I
«La sperimentazione è andata bene, il lavoro - ha detto - prosegue con un'altra grande scelta strategica per Roma e per l'Italia: 240 milioni di euro, bloccati da 17 anni, per rifare il Policlinico Umberto I. Una grande opera di trasformazione urbana, di rilancio della sanità pubblica italiana, sotto l'insegna della legalità e della trasparenza. Quindi oggi un altro passo importante, su una sfida che è una testimonianza di amore per la nostra città, Roma» ha aggiunto.