30 settembre 2020
Aggiornato 10:00
Un aiuto in più per gli studenti

Porta Futuro arriva anche a Viterbo

Diversi gli spazi di cui si compone Porta Futuro: accoglienza, ambienti per la realizzazione di colloqui di orientamento professionale, bilancio competenze, servizi alle imprese ed autoconsultazione software; in aggiunta la sede dispone di una capiente sala didattica e di un'aula informatica

VITERBO - Dopo le sedi di Roma, anche a Viterbo arriva il progetto regionale di Porta Futuro. Taglio del nastro per il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il vicepresidente Massimiliano Smeriglio, che poco fa a Viterbo hanno inaugurato la sede di Porta Futuro che si trova presso l'Università della Tuscia. E' un'altra tappa per il progetto della Regione Lazio, realizzato da Laziodisu, diretto alla attivazione del sistema di servizi integrati Porta Futuro, aperto a Roma Testaccio nel luglio del 2011 e riconosciuto dall'UE come buona pratica comunitaria.

L'Università della Tuscia
Tra gennaio e febbraio 2016 sono state inaugurate dal Presidente Zingaretti e dal Vicepresidente Smeriglio le prime due sedi: Porta Futuro Università «Città Universitaria» e Porta Futuro Latina. La Rete Porta Futuro Università, oltre alle sedi di Roma «Città Universitaria», Latina e Viterbo sarà composta da ulteriori 4 sedi: Tor Vergata, Roma Tre, Cassino e Rieti. La nuova sede Porta Futuro Università della Tuscia, su cui sono stati investiti 300 mila euro per il periodo 2016-2021, è costituita da un ambiente interno all'edificio universitarioche ospita anche il Rettorato.

Tutti gli spazi di Porta Futuro
Diversi gli spazi di cui si compone Porta Futuro: accoglienza, ambienti per la realizzazione di colloqui di orientamento professionale, bilancio competenze, servizi alle imprese ed autoconsultazione software; in aggiunta la sede dispone di una capiente sala didattica e di un'aula informatica. Tutti gli spazi dedicati alla realizzazione dei servizi sono situati all'interno di un edificio storico e qui verranno realizzati eventi per l'aumento dell'occupabilità di cittadini e studenti nell'Auditorium e nei 2 antichi chiostri. Nella sede sono stati già realizzati in via sperimentale i seminari «Laboratorio di LinkedIn» e «Simulazione del colloquio in lingua spagnola», le prossime attività formative, già prenotabili dalla home page del sito del progettowww.portafuturolazio.it, sono: «Simulazione colloquio di selezione in lingua inglese» e «Social network e tecniche di ricerca attiva». Tramite il servizio Accoglienza sarà invece possibile invece prenotare i colloqui di orientamento professionale e il bilancio delle competenze.