18 gennaio 2020
Aggiornato 23:30
3 mesi di lavori

Acea illumina a led i ponti storici di Roma per il Giubileo

Oltre 1.000 nuovi punti luce sono stati disposti in punti strategici per aumentare la qualità della visione notturna, oltre che la sicurezza e la valorizzazione delle aree interessate con un risparmio per le casse pubbliche del 60%

ROMA - Da Ponte Milvio a Ponte Rotto, sono 16 i ponti storici di Roma che da oggi, si accenderanno grazie all'innovativa tecnologia a led di Acea. La multiutility capitolina, su mandato del Comune di Roma e nell'ambito delle opere per il Giubileo, ha infatti progettato e realizzato la nuova illuminazione artistica dei principali ponti della Capitale, attraversati ogni giorno da decine di migliaia di pedoni e automobilisti.

3 mesi di lavori
Nel corso dei lavori, durati circa 3 mesi, oltre 1.000 nuovi punti luce sono stati disposti in punti strategici per aumentare la qualità della visione notturna, oltre che la sicurezza e la valorizzazione delle aree interessate. Le lampade utilizzate sono munite di ottiche particolari, che concentrano la luce sulla superficie da evidenziare, riducendo di conseguenza l'effetto della dispersione, dell'abbagliamento e dell'inquinamento luminoso. Il nuovo impianto garantisce una significativa riduzione dei consumi: la nuova potenza installata, infatti, passa dagli 82 kw del precedente impianto agli attuali 37 kw, con un risparmio per le casse pubbliche di quasi il 60%.

I ponti interessati dalle nuove illuminazioni
Questi i ponti interessati dai lavori per la nuova illuminazione: Ponte Palatino, Ponte Cestio, Ponte Fabricio, Ponte Sisto, Ponte Mazzini, Ponte Regina Margherita, Ponte Matteotti, Ponte Risorgimento, Ponte Duca D'Aosta, Ponte Milvio, Ponte Garibaldi, Ponte Cavour, Ponte Sant'Angelo, Ponte Vittorio Emanuele II, Ponte Umberto I, Ponte Principe Amedeo.

(con fonte Askanews)