24 ottobre 2020
Aggiornato 05:30
Probabile suicidio

Investimento mortale sulla Roma-Viterbo: Ripresa la circolazione dei treni

Stamane una persona è stata travolta. Coinvolto il treno regionale 21923, partito da Bracciano e diretto a Roma Tiburtina, con 100 viaggiatori a bordo

ROMA - E' ripresa alle 11,35 la circolazione sulla ferrovia Roma-Viterbo (FL3), sospesa dalle 8 di stamane in seguito all'investimento mortale (probabile, stando ai primi accertamenti, che si tratti di un suicidio) di una persona, avvenuto nei pressi della fermata di San Filippo Neri, tra La Storta e Roma San Pietro.

Lo stop del traffico
Coinvolto il treno regionale 21923, partito da Bracciano e diretto a Roma Tiburtina, con 100 viaggiatori a bordo. Lo stop del traffico - spiega una nota delle FSI - si è reso necessario per consentire i rilievi di rito dell'Autorità giudiziaria. Per garantire la mobilità è stato istituito un servizio a spola con autobus tra le stazioni di La Storta e Roma San Pietro.

35 treni coinvolti nello stop
Conseguenze per 35 treni: oltre al treno investitore (i cui passeggeri sono stati fatti scendere per proseguire il viaggio su bus), 11 convogli hanno accumulato ritardi tra 15 e 70 minuti, 14 limitati nel loro percorso e sostituiti con bus e 10 cancellati.

(con fonte Askanews)