20 novembre 2019
Aggiornato 14:30
Policlinico fondamentale per la città

Zingaretti inaugura la nuova Holding Area dell'Umberto I

Il Policlinico cambia: manutenzione straordinaria e adeguamento dei locali per la realizzazione della holding area e anche quella del Pronto occorso di ematologia, realizzazioni che fanno seguito alla Terapia intensiva Pediatrica inaugurata da poco

ROMA - Taglio del nastro per la nuova Holding Area del Dea di II Livello del Policlinico Umberto I di Roma. Il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, insieme al direttore generare del Policlinico Domenico Alessio, ha preso parte alla breve cerimonia, occasione per fornire i numeri della nuova struttura finanziata dalla Regione Lazio.

Manutenzione straordinaria
Dunque manutenzione straordinaria e adeguamento dei locali per la realizzazione della holding area e anche quella del Pronto occorso di ematologia, realizzazioni che fanno seguito alla Terapia intensiva Pediatrica inaugurata da poco. La nuova struttura della Holding Area è a supporto del Dipartimento di Emergenza e Accettazione e ricopre una superficie di circa 600 mq e necessaria per il decongestionamento del Pronto Soccorso. E' costituita da stanze a 2 letti con bagno ed assicura un comfort alberghiero di qualità elevata.

Policlinico fondamentale per Roma
«Il Policlinico Umberto I è una struttura fondamentale per il sistema assistenziale romano, regionale ed universitario, che accoglie, ogni giorno, più di 400 persone in emergenza/urgenza e più di 1200 che si sottopongono a visite ambulatoriali e esami diagnostici. Con i lavori dell'holding area sono state rinnovate le stanze di degenza ed i servizi, compreso quelli per disabili. Attualmente - ha spiegato il dg del Policlinico - i posti letto a disposizione sono 21, pronti ad ospitare quei pazienti che necessitano di ricovero ma che sono in lista di attesa per il posto letto nei vari reparti dell'ospedale. Si evita così la sosta al Pronto Soccorso dei pazienti sulle famigerate barelle. L'incontro di oggi, però, è soprattutto importante - ha annunciato Alessio - perché dopo la conclusione della Conferenza dei Servizi, possiamo dare il via ai lavori di ristrutturazione del Policlinico Umberto I. Una ristrutturazione conservativa che riguarda i primi 17 dei 46 edifici esistenti del complesso ospedaliero, che si sviluppano attorno al blocco centrale del DEA e delle sale operatorie accorpate in un unico ambito strettamente connesso alle altre Aree Funzionali Omogenee: quali le Terapie Intensiva e almeno 750 posti letto di ricovero».

(con fonte Askanews)