27 febbraio 2020
Aggiornato 19:00
le mete preferite quest'anno

Natale, altro che famiglia... Gli italiani preferiscono i Caraibi!

Secondo Veratour, gli italiani prediligono partire nel periodo di Capodanno per il 42%, a Natale per il 29% e nel periodo delll'Epifania per il 29%

ROMA - Gli italiani preferiscono i Caraibi. Con Cuba e Giamaica prime in classifica, mentre l'Oman è la grande novità, ma riparte la richiesta per Zanzibar e Kenya e, per il medio raggio, le Canarie. Ancora una volta prediligono le partenze che includono il Capodanno, mentre in molti trascorrono il Natale in famiglia.

In pole position Cuba e Giamaica
Secondo Veratour, primo tour operator in Italia nel segmento villaggi vacanze, gli italiani prediligono partire nel periodo di Capodanno per il 42%, a Natale il 29% e per l'Epifania il 29%. La domanda dei consumatori si è indirizzata principalmente sul lungo raggio, alla ricerca di climi caldi. La destinazione preferita fra quelle che non richiedono molte ore di volo è stata l'arcipelago delle Canarie. Parlando delle mete più gettonate per i soggiorni balneari, Veratour ha registrato queste tendenze: indubbiamente i Caraibi, con Cuba e Giamaica in testa. E poi una ripresa di Africa, precisamente Kenya e Zanzibar.

Le novità del 2016
Delle tre novità dell'inverno 2015/2016 che Veratour ha proposto alla propria clientela e alla rete distributiva delle agenzie, non a caso due sorgono proprio nei Caraibi, precisamente a Varadero e Negril. Il traino delle novità e l'amore degli italiani verso l'area caraibica premiano Veratour che rileva un incremento del 12% delle prenotazioni su questa area nel periodo Natale, Capodanno ed Epifania rispetto all'anno scorso. Successo anche per la terza novità invernale di Veratour, l'Oman: la regione meridionale affacciata sull'Oceano Indiano ha riscosso il consenso dei consumatori. I dati sulle festività di fine anno a Salalah sono eccellenti e pienamente in linea con le previsioni dell'operatore. La clientela Veratour predilige da sempre - e quest'anno ancora di più - le prenotazioni con ampio anticipo, poiché beneficiano di riduzioni consistenti. Di conseguenza non aspetta i last minute e si fa meno condizionare dall'emotività del momento. Escludendo l'area del Mar Rosso, tutte le destinazioni hanno registrato ottime occupazioni. (Fonte Askanews)