10 dicembre 2019
Aggiornato 14:30
era stata salvata a fine maggio

L'orsetta Morena č tornata in libertą

L’orsetta Morena č stata restituita al suo habitat naturale. E' stata liberata nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e chissą che a qualcuno non possa capitare di incontrarla in futuro

ROMA - L'orsetta Morena, troppo debole e denutrita per sopravvivere da sola nel suo habitat naturale, era stata trovata dalla guardia forestale e prelevata a fine maggio scorso dal Parco Nazionale d'Abruzzio, Lazio e Molise. Oggi, cresciuta e svezzata, ha ripreso la via dei boschi e della libertà.

Uno splendido esemplare femmina di orso marsicano
L’orsetta Morena è stata restituita al suo habitat naturale. E' stata liberata nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e chissà che a qualcuno non possa capitare di incontrarla in futuro. Lo staff del servizio scientifico e veterinario che di lei si era prosa cura nei mesi scorsi ha deciso che era arrivato il momento di lasciarla andare. L'orsacchiotta era stata trovata a maggio, ma sarebbe stata destinata a una morte precoce se l'ISPRA non avesse aumentato le chance di sopravvivenza a questo splendido esemplare femmina di orso bruno marsicano prendendosene cura.

40 chili di libertà
D'ora in poi sarà comunque seguita a distanza grazie al radiocollare satellitare che le hanno installato, in modo da monitorarne i movimenti. Saranno piuttosto limitati nei prossimi mesi, a dire il vero, perché si sta preparando al letargo. Nonostante i suoi 40 kg di peso, ha già ridotto l'assunzione di cibo e trascorre molto tempo nascosta nella sua tana, al riparo dalle nevicate. Rivedremo l'orsetta Morena in giro per il parco soltanto in primavera. Ma intanto siamo molto felici che sia tornata in libertà.