20 novembre 2019
Aggiornato 04:30
Tangenti e voto di scambio

Corruzione, scandalo Anas: Arrestati dirigenti e l'ex sottosegretario Meduri

Terremoto Anas: dieci ordinanze di custodia cautelare del gip del Tribunale di Roma indirizzati a cinque dirigenti e funzionari, tre imprenditori, un avvocato e l'ex sottosegretario alle infrastrutture Meduri

ROMA – Si chiama «Dama nera» l'inchiesta che ha portato il Gip del Tribunale di Roma ad emettere dieci ordinanze di custodia cautelare che gli uomini della Guardai di Finanza stanno eseguendo in queste ore nei confronti di dirigenti e funzionari dell'Anas. Nell'inchiesta in questione sono coinvolti anche alcuni imprenditori titolari di società vincitrici di appalti di opere pubbliche e private di un certo rilievo.

I destinatari delle ordinanze
Tra i destinatari dei provvedimenti di custodia cautelare spicca anche il nome di un ex sottosegretario del ministero delle Infrastrutture Meduri. Sono circa trecento gli uomini della Guardia di Finanza impegnati nell'esecuzione delle dieci ordinanze. Cinque provvedimenti sono relativi a dirigenti e funzionari di Anas spa della direzione generale di Roma. Tre sono, invece, le ordinanze di custodia cautelare a carico di imprenditori titolari di società che in passato sono state vincitrici di appalti; un'altra ordinanza è stata eseguita nei confronti di un avvocato e una nei confronti dell'ex sottosegretario.

Corruzione e voto di scambio
Le ordinanze sono scattate «sulla scorta degli elementi di reità acquisiti nel corso delle indagini svolte dagli uomini del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza, coordinati dalla procura di Roma». Tra le ipotesi di reato contestate ai dieci, oltre a quella di corruzione emerge anche quella del voto di scambio.