21 novembre 2019
Aggiornato 04:30
Sul litorale romano

13 arresti in seguito a controlli antidroga

A Tor Bella Monaca i militari dell'Arma hanno azzerato una piazza di spaccio traendo in arresto cinque cittadini italiani di età compresa fra i 20 e i 40 anni e sequestrando circa 120 dosi di cocaina di vario peso e prezzo. A Palestrina i carabinieri hanno invece arrestato un ragazzo di 29 anni e una ragazza di 22 anni per detenzione di cocaina e un ragazzo marocchino

ROMA (askanews) - E' di tredici arresti il bilancio dei controlli antidroga dei carabinieri sul litorale di Rima e provincia nell'ambito del dispositivo messo in atto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma in occasione del Ferragosto. Il servizio, che ha visto l'impiego di oltre 100 militari e unità cinofile, ha avuto come teatro di operazione i quartieri della periferia sud est della capitale, il litorale tra Anzio e Nettuno e l'area fra Palestrina e Subiaco. Il bilancio complessivo è di 13 persone arrestate in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti.

L'operazione a Tor Bella Monaca
In particolare a Tor Bella Monaca i militari dell'Arma hanno azzerato una piazza di spaccio traendo in arresto cinque cittadini italiani di età compresa fra i 20 e i 40 anni e sequestrando circa 120 dosi di cocaina di vario peso e prezzo (a partire da 20 fino a 50 euro). Diversi i ruoli rivestiti dagli arrestati: c'era chi si occupava del trasporto a bordo di uno scooter di grossa cilindrata, chi di custodirla sotterrandola in un'aiuola e infine chi avrebbe dovuto spacciarla al dettaglio o segnalare la presenza delle «guardie». Singolari anche le modalità di occultamento dello stupefacente di un cittadino italiano di Tor Bella Monaca di 30 anni con precedenti penali: all'interno del cartone della pizza che stava mangiando sono state ritrovate varie dosi di marijuana e hashish. Sempre in Tor Bella Monaca le manette sono scattate anche per un cittadino italiano di 37 anni il quale anziché stare a casa agli arresti domiciliari ha preferito continuare a spacciare in strada e per un altro italiano 33enne per aver realizzato una serra artigianale con tanto di sistema di irrigazione e luce artificiale per alimentare 4 grosse piante di canapa indiana.1

Gli arresti a Palestrina
A Palestrina i carabinieri hanno invece arrestato un ragazzo di 29 anni e una ragazza di 22 anni, entrambi italiani, conviventi perché detenevano presso la loro abitazione trenta grammi circa di cocaina. I militari della Stazione di Cave hanno invece arrestato, sempre a seguito di perquisizione domiciliare, un cittadino marocchino per la detenzione di 30 grammi hashish e 20 di marijuana. A Subiaco, un cittadino italiano è stato fermato a seguito di un controllo alla circolazione stradale e trovato in possesso di alcune dosi di marijuana e hashish. Presso l'abitazione oltre al materiale per il taglio e il confezionamento dello stupefacente sono state ritrovate anche due piante di canapa indiana. Stupefacente «fai da te» anche sul litorale dove i Carabinieri di Anzio hanno arrestato un italiano con quattro grosse piante di marijuana. Numerosi i giovani segnalati quali assuntori di stupefacenti o sorpresi alla guida di auto dopo aver fatto uso di droga.