17 febbraio 2020
Aggiornato 16:30
Il ritorno del Cavaliere

Brunetta: «Berlusconi di nuovo in campo, è in gran forma»

In attesa della totale agibilità politica, il ritorno del Cavaliere è stato salutato con enfasi dai suoi fedelissimi. Per il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta, Silvio Berlusconi è in gran forma; per il deputato forzista Pier Paolo Sisto: "è un leader che non molla".

Roma (askanews) - Il ritorno del Cavaliere è stato salutato con enfasi dai suoi fedelissimi. Per il capogruppo di Forza Italia alla camera, Renato Brunetta, Silvio Berlusconi è in gran forma; per il deputato forzista Pier Paolo Sisto: "è un leader che non molla".

Brunetta: Berlusconi è in gran forma
«L'incontro di oggi con il presidente Berlusconi è andato molto bene. Ha parlato per un'ora e mezza, ha ricostruito tutta la storia del colpo di Stato, ha ricostruito i fatti del Nazareno, perché sia stato Renzi a venir meno alla parola data. Ha parlato di regionali, del fatto che possiamo vincerle». Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio. «Berlusconi torna in campo - ha aggiunto - , tornerà a fare a campagna elettorale per le prossime regionali e aspetta i giudici a Berlino, vale a dire la Cedu che gli ridia totale onore, totale agibilità politica, non solo per lui ma soprattutto per la democrazia italiana».

Sisto: E' un leader che non molla e che non ci molla
«Ho visto un Berlusconi in grandissima forma, sempre 'sul pezzo' , particolarmente puntuale nell'analisi 'a tutto campo' dei singoli problemi. Ha ipotizzato soluzioni ragionevoli, formulato strategie invitanti, lasciato balenare sorprese: insomma, un leader che non molla e che non ci molla». Lo ha detto, a Sky Tg24, il deputato di Forza Italia Francesco Paolo Sisto, a proposito della riunione del gruppo di Forza Italia alla Camera con Silvio Berlusconi. Quanto alla possibilità che in tema di immigrazione possa configurarsi un nuovo Nazareno, Sisto ha poi commentato: «Ben venga un 'Nazareno' su temi specifici e così rilevanti come l'emergenza immigrazione: non si può non collaborare quando in ballo ci sono contemporaneamente vite umane, anche di tanti bambini, la sicurezza degli italiani, la qualità di vita di numerosi Comuni, che si trovano a dovere accogliere sempre più persone, con risorse economiche così scarse da rischiare il collasso».