14 ottobre 2019
Aggiornato 13:00
Sacconi contro la Lega

«O Salvini frena o basta alleanze con NCD»

Il presidente NCD al Senato accusa Matteo Salvini di essere impegnato in una «sfrenata campagna elettorale permanente» contro Alfano, suo alleato nelle grandi regioni del Nord. E avverte: «Con gli euroscettici il Centrodestra muore»

ROMA - «Ora basta. Possiamo comprendere le ragioni della comunicazione politica ma solo fino al punto in cui non confliggono con il rispetto delle istituzioni e con le più elementari regole della civile convivenza. Salvini, impegnato in una sfrenata campagna elettorale permanente, alla guida di un partito che ha lungamente governato, usa le istituzioni nei termini che sono stati dettagliatamente descritti nella stampa odierna senza che lui stesso li abbia minimamente smentiti. E solo per aggredire con un salto logico rocambolesco l'odiato Alfano che pur guida il partito che della Lega è alleato nelle grandi regioni del Nord». Lo dichiara in una nota il presidente dei senatori del Nuovo Centrodestra, Maurizio Sacconi.

FI SUBALTERNA ALL'ESTREMISMO ANTI-EUROPA DELLA LEGA«Ciò che è ancor più incredibile è che a lui si unisca Forza Italia proseguendo nella linea di subalternità al suo estremismo scettico verso l'Europa e verso la nazione. E' evidente che il centrodestra di questi vent'anni è morto e sepolto. Peccato, perché costoro stanno solo aiutando coloro che vogliono manipolare la memoria del ventennio trascorso rimuovendo le cose buone che abbiamo fatto o le cose cattive che abbiamo impedito», conclude Sacconi.