29 settembre 2022
Aggiornato 21:30
Centrodestra, prove di dialogo

Maroni: «Con le Primarie riparte il dialogo»

Il Presidente leghista della Regione Lombardia: «Io sono per le primarie ma non per eleggere il capo della coalizione, quello o lo sei o non lo sei, il carisma o ce l'hai o non ce l'hai. Berlusconi è l'unico, lo riconosco, che aveva le capacità di governare e fare il capo di un partito». Saltarmartini (NCD): «Maroni costruttivo».

FRASCATI - «Io sono per le primarie ma non per eleggere il capo della coalizione, quello o lo sei o non lo sei, il carisma o ce l'hai o non ce l'hai. Berlusconi è l'unico, lo riconosco, che aveva le capacità di governare e fare il capo di un partito. Bossi è stato un grande capo politico ma se lo mettevi a fare l'assessore mandava in dissesto il Comune». Lo dice Roberto Maroni nel corso di un dibattito alla Summer school di Magna Charta.
«Ma Berlusconi - osserva - non è lì per sempre e allora dobbiamo convincerlo a fare le primarie non su chi sarà il leader della coalizione ma su chi sfiderà Matteo Renzi per la guida di palazzo Chigi. Se partono le primarie ora sono convinto che appianiamo tutte le questioni e riparte il dialogo».

I PROBLEMI CON L'NCD - «Io vedo una criticità» nel rapporto tra Lega ed Ncd che è rappresentata «dalla politica del governo sull'immigrazione, questo per noi è un problema critico: non attacchiamo Alfano perché è Alfano, io ho anche un rapporto di lunga amicizia con lui, ma lui ora riveste il ruolo di leader di Ncd e di ministro dell'Interno».
«E' una criticità, non lo nego, è un problema serio, non lo nego. Ma - aggiunge - poiché non è una criticità verso Ncd ma un problema pratico, se si affronta, il problema svanisce. Domanda: riusciremo a farlo svanire prima delle elezioni in Emilia Romagna e Calabria? Non lo so, ma io credo che ci sia la possibilità di affrontarlo».

SALTAMARTINI (NCD): MARONI COSTRUTTIVO - «Le parole costruttive di Maroni possono rappresentare uno spartiacque per il futuro del centrodestra, e su questa base intendiamo ragionare. Nei fatti Maroni segna una marcata differenza da quanto sempre affermato dal segretario della Lega Salvini, orientato più agli attacchi personali nei confronti del nostro leader Alfano che a costruire un ragionamento sui contenuti». E' quanto dichiara il portavoce nazionale NCD, Barbara Saltamartini.