6 giugno 2020
Aggiornato 17:30
Trasporti | Sciopero tir

UNATRAS: «Lunedì non scatterà nessun blocco nazionale dei tir»

Lo sostiene Paolo Uggè, presidente dell'Unatras, che riunisce «le maggiori sigle» del settore: «Firmato accordo con il Governo, rappresentiamo il 90% degli operatori»

ROMA - Lunedì non scatterà nessun blocco nazionale dei tir ma solo la protesta di «movimenti minoritari». Lo sostiene Paolo Uggè, presidente dell'Unatras, che riunisce «le maggiori sigle» del settore. «L'autotrasporto italiano - afferma Uggè - non si fermerà. Le maggiori sigle sindacali del Paese, che rappresentano il 90% degli operatori del trasporto (Fai-Conftrasporto, Anita, Confartigianato Trasporti, Fita Cna), hanno revocato la protesta il 28 novembre, dopo la firma di un protocollo al ministero dei Trasporti con il quale il governo ha definito importanti interventi per la categoria».

«Il leader dei Forconi, Mariano Ferro - spiega il presidente della Fai-Conftrasporto - ha rilasciato dichiarazioni parlando di fermo dell'autotrasporto. Ma non dice il vero, non essendo lui stesso un operatore del trasporto e non appartenendo ad alcun sindacato di categoria».
«Ferro - conclude il presidente Unatras - è il leader di un movimento politico di protesta che, a quanto si legge sui volantini, mira alla 'rivoluzione'. Qualche associazione locale di trasportatori ha aderito alla protesta, ma nulla più».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal