20 ottobre 2019
Aggiornato 03:00
Nona edizione dell'evento

«Due giorni per l’autunno» 2013

Mostra e mercato di fiori e piante insoliti, attrezzi e arredi per giardino organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano sotto l’accurata regia dell’Architetto Paolo Pejrone, fondatore e Presidente dell’Accademia Piemontese del Giardino

TORINO - Grande attesa per la nona edizione della «Due giorni per l’autunno», mostra e mercato di fiori e piante insoliti, attrezzi e arredi per giardino organizzata dal FAI – Fondo Ambiente Italiano sotto l’accurata regia dell’Architetto Paolo Pejrone, fondatore e Presidente dell’Accademia Piemontese del Giardino. Quest’anno il tradizionale appuntamento verde d’autunno in programma al Parco del Castello di Masino a Caravino (TO), durerà due giorni e mezzo invece che due, da venerdì 18 e domenica 20 ottobre 2013, per permettere al sempre più numeroso pubblico – nel 2012 gli ingressi sono stati 13.500 - di visitare la manifestazione, in uno straordinario e affascinante spettacolo di colori e sapori autunnali.

Anche quest’anno esperti o semplici appassionati di giardinaggio avranno la possibilità unica di incontrare a Masino circa 160 tra i migliori vivaisti italiani ed europei, che presenteranno le loro collezioni di punta e interessanti novità. In questa stagione di rinnovi e preparazione per l’anno successivo, i visitatori potranno, quindi, non solo documentarsi e acquistare piante e fiori per il «giardino che verrà», ma anche trovare rari e antichi prodotti dell’orto e del frutteto, abitualmente difficili da reperire.

Espositori altamente qualificati e specializzati proporranno tra l’altro: alberi e arbusti a colorazione autunnale; piante aromatiche e officinali, da frutta e da orto; bulbi, tuberi e rizomi a fioritura primaverile; piante a fioritura autunnale con bacche ornamentali; sementi rare e rose a fioritura invernale, rose cinesi. E ancora piante per giardini ombrosi, collezioni di lavanda, iris palustri; flora autoctona, piante di bambù e strutture in bambù per giardini; zucche ornamentali e commestibili; attrezzature per la cura del giardino, dell’orto e del frutteto; cesterie e vasi decorati; editoria specializzata e quadri con fiori pressati.

Molte le novità che verranno presentate in questa edizione: dalle nuove varietà di Hibiscus e Cornus alle collezioni di Kaki, giuggioli e cotogni; dalle nuove qualità di mela, pesca e albicocca alle nuove varietà di Echinacee, di narcisi e tulipani; dalle nuove collezioni di Impatiens botanici e di Trifolium Repens alle nuove varietà di Fritillarie ed Allium da fiore; dalle nuove varietà di Nerine bianche fiorite, Amarine, Zafferano bianco in fiore alle terracotte in terra Galestro etrusca.

Saranno anche messi in vendita prodotti tipici dell’orto e del frutteto d’autunno, la maggior parte dei quali sono «presidi Slow Food» per via della loro eccezionale qualità e perché rispondono a criteri di stagionalità, tipicità territoriale e filiera corta. Tra questi: peperoni cuore di bue di Carmagnola e peperone quadro di Cuneo; porri e rape bianche di Cervere; cardo gobbo di Nizza Monferrato; cardo bianco e cipolle gialle piatte di Andezeno; cavoli verza di Montalto Dora e cavolfiori di Moncalieri; ravanelli di Torino; patate blu e marroni della Val Susa e patate di montagna; mele Annurca di Benevento; noci di Sorrento e nocciole del Piemonte.

Nei giorni di manifestazione saranno organizzati interessanti incontri e presentazioni di libri sul verde e i giardini, che seguiranno il seguente programma:

Venerdì 18 ottobre:
- Ore 15.00: Gli autori presentano i libri Il giardino dei frutti perduti, disegni e descrizioni dei fratelli Roda’ di Elena Accati e Agnese Fornaris (Ed. L’Artistica Savigliano) e Siamo alla frutta di Elena Accati e Mina Novello (Blu Edizioni);
- Ore 15.45: Guido Giubbini presenta il libro Storie di giardini, II volume (Ed. Adarte);
- Ore 16.30: L’autrice Eva Boasso Ormezzano presenta il libro Ortensie e Idrangee (L’Artistica Editrice Savigliano).
Sabato 19 ottobre:
- Ore 12.00: presentazione a cura dell’Associazione Maestri di Giardino del libro Il mal di fiori di Didier Berruyer (Maestri di Giardino Editori);
- Ore 16.00: l’Ingegner Julius Höh, Amministratore Delegato Andreas Stihl Spa, parlerà di Nuove tecnologie per la cura ecologica del giardino;
- Ore 17.00: conferenza della perita agraria Valeria Nicolello sull’Endoterapia, efficace metodologia utilizzata su quasi tutti i tipi di piante per combattere infestazioni e malattie provocate da insetti e funghi.
Domenica 20 ottobre:
- Presentazione a cura dell’Associazione Maestri di Giardino del libro Ballando sui tavoli di Rita Paoli (Maestri di Giardino Editori);
- Ore 16.00: l’Ingegner Julius Höh, Amministratore Delegato Andreas Stihl Spa, parlerà di Nuove tecnologie per la cura ecologica del giardino;
- Ore 17.00: conferenza della perita agraria Valeria Nicolello sull’Endoterapia, efficace metodologia utilizzata su quasi tutti i tipi di piante per combattere infestazioni e malattie provocate da insetti e funghi.

Per i più piccoli: sabato 19 e domenica 20 ottobre alle ore 10, 11, 14 e 15 appuntamento con divertenti laboratori all’aria aperta a cura di Nadia Nicoletti dal titolo «Con le mani nella terra i piccoli giardinieri crescono», durante i quali i bambini potranno imparare a preparare gustoso zucchero aromatizzato alla cannella.

In più, sarà possibile effettuare visite guidate agli interni del Castello di Masino a cura degli studenti e dei docenti dell’Istituto di Istruzione Superiore «Piero Martinetti» di Caluso.

Con il Patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Torino e Comune di Caravino.
La manifestazione sarà resa possibile grazie al prezioso contributo di Eni, che in qualità di partner principale del calendario degli «Eventi nei Beni del FAI» sostiene la Fondazione in questo importante progetto e che sarà presente a Masino con uno stand dedicato alle offerte integrate di gas, luce e carburanti, ai programmi fedeltà e ai servizi innovativi per famiglie e automobilisti.
Rinnovano il loro contributo PIRELLI, che da molti anni sostiene la Fondazione, e Cedral Tassoni, marchio storico italiano che per il secondo anno consecutivo ha deciso di abbinare la tradizione, la storia e la naturalità del suo prodotto al FAI. Grazie anche a Andreas STIHL, sponsor delle manifestazioni «verdi» organizzate nei Beni del FAI.

Orario:
Venerdì 18 dalle ore 14.30 alle ore 18.00, sabato 19 e domenica 20 ottobre dalle ore 9.30 alle 18.00 (ultimo ingresso ore 17).
Opportunità speciale riservata agli Iscritti FAI e ai Soci dell’Accademia Piemontese del Giardino: venerdì 18 ottobre ingresso gratuito alla manifestazione dalle ore 12 alle 14.

Ingresso alla manifestazione:
Adulti: ¤ 8,00; Ragazzi (4-14 anni): ¤ 5,00; Iscritti FAI: ¤ 3,00; Residenti: gratuito.
Opportunità speciale riservata agli Iscritti FAI e ai Soci dell’Accademia Piemontese del Giardino:
venerdì 18 ottobre ingresso gratuito alla manifestazione dalle ore 12 alle 14.

Ingresso cumulativo manifestazione + visita al Castello:
Adulti: ¤ 11,00; Ragazzi (4-14 anni): ¤ 6,00; Iscritti FAI: ¤ 3,00; Residenti: gratuito.