26 ottobre 2021
Aggiornato 19:30
Convegno dei giovani di Confindustria

Boldrini: «Tenuta del paese a rischio»

Le «diseguaglianze» che «hanno ripreso ad allargarsi sia dentro la società che nel divario tra Nord e Sud» e una «mobilità sociale pressochè bloccata» rappresentano «una combinazione davvero esplosiva per la tenuta civile del Paese»

SANTA MARGHERITA LIGURE - Le «diseguaglianze» che «hanno ripreso ad allargarsi sia dentro la società che nel divario tra Nord e Sud» e una «mobilità sociale pressochè bloccata» rappresentano «una combinazione davvero esplosiva per la tenuta civile del Paese». Lo ha detto la presidente della Camera, Laura Boldrini, intervenendo al convegno dei giovani di Confindustria.

Boldrini ha sottolineato che «siamo diventati uno dei paesi più diseguali del mondo» e che «le diseguaglianze creano inefficienza» e colpiscono «a morte» la crescita. «Per uscire da questa situazione - ha aggiunto - non possiamo più cavarcela con l'esaltazione del 'piccolo è bello' che aveva funzionato in passato, in quanto le dimensioni produttive eccessivamente ridotte non consentono gli investimenti in innovazione e ricerca che sono indispensabili per competere».

La presidente della Camera ha inoltre affermato che «oggi, invece, le istituzioni devono sostenere quelle imprese che investono in settori particolarmente strategici, traendo esempio dal protagonisti globali dell'industria Ict».