25 luglio 2021
Aggiornato 14:30
La gelata

Da domani temperature giù di 10-12 gradi

Saranno le regioni adriatiche e le zone alpine a subire maggiormente lo sbalzo termico, anche a causa dei venti settentrionali che, come sempre, accentueranno la sensazione di freddo

ROMA - L'aria gelida di origine artica farà il suo graduale ingresso sull'Italia tra oggi e venerdì, facendoci ripiombare in un clima invernale caratterizzato da freddo (le temperature scenderanno fino a valori al di sotto delle medie stagionali) e dal rischio di nuove nevicate fino a quote collinari (domani su Emilia Romagna, Marche e Sardegna, venerdì su Abruzzo, Molise, Basilicata e Puglia). Domani inoltre soffieranno forti venti sulle Isole, Föhn al Nord, Bora su alto Adriatico.

Secondo Epson Meteo, da una stima sulle conseguenze dell'irruzione della massa d'aria artica prevista per la seconda metà di questa settimana, sarà molto probabile un crollo delle temperature tra i 7 e i 12 gradi fra i valori registrati lunedì e quelli che previsti per venerdì. In particolare venerdì si arriverà a valori pomeridiani inferiori a 10 gradi in tutto il Centro-Nord e di poco superiori al Sud. In sostanza registreremo un crollo termico anche di 10-12 gradi, che riguarderà anche le minime notturne le quali torneranno di nuovo sottozero in molte zone del Centro-Nord, soprattutto nella notte tra venerdì e sabato. Saranno le regioni adriatiche e le zone alpine a subire maggiormente lo sbalzo termico, anche a causa dei venti settentrionali che, come sempre, accentueranno la sensazione di freddo.

Tra venerdì e sabato le temperature minime scenderanno sottozero in molte zone del Centro-Nord con conseguenti gelate diffuse. Al Sud le minime saranno comprese tra zero e 8 gradi. Nelle temperature massime sabato avremo i primi, lievi rialzi, specie nelle Isole. In particolare in Sardegna alla fine del giorno soffierà lo Scirocco che domenica favorirà un rialzo termico in tutto il Centrosud e sull'Alto Adriatico. Al Nord-Ovest tempo in peggioramento con temperature vicine alle zero e rischio di neve a bassa quota specialmente tra Piemonte e alta Lombardia. Lunedì il maltempo si estenderà al Nord-Est con quota neve in calo.