22 gennaio 2022
Aggiornato 06:00
Intervista a «La Repubblica»

Formigoni: Passera può candidarsi Premier del Centrodestra

Il Presidente della Lombardia invita il Ministro a correre alle primarie: credo nessuno potrebbe impedirgli di partecipare. Maroni: Alle prossime elezioni Lega e Pdl separati. Bernini: Basta attacchi, la priorità è vincere le elezioni. Valducci: Alfano è il nostro candidato naturale

MILANO - Il presidente della Lombardia, Roberto Formigoni, vede di buon occhio eventuali candidature di «tecnici» alle prossimi elezioni, soprattutto quella di Corrado Passera come eventuale leader del Centrodestra.
«Se il ministro dello Sviluppo dicesse di condividere i nostri ideali e chiedesse di correre alle primarie, sarebbe un fatto positivo e credo nessuno potrebbe impedirgli di partecipare», dichiara Formigoni, in un'intervista a La Repubblica. «Mi auguro che il governo meriti una conferma fino al 2013 Il nostro non è un appoggio a scatola chiusa, ma se Monti continua a realizzare quello che abbiamo visto sin qui, riforme, rilancio dell'economia, ripresa della competitività, deve andare avanti», dice il presidente della regione Lombardia: nel 2013 la parola torna agli elettori».

Maroni: Alle prossime elezioni Lega e Pdl separati - Con Berlusconi abbiamo «parlato recentemente, abbiamo un buon rapporto personale, non siamo nemici, non ho mai rinnegato la mia azione di governo con il Pdl. Ora le cose sono cambiate, il Pdl sostiene il governo Monti mentre noi siamo all'opposizione: siamo su due fronti diversi». Lo ha affermato Roberto Maroni parlando nel corso dell'Intervista su Sky Tg24.
Con l'ex premier «parliamo di Milan», scherza Maroni, poi aggiunge: «Non siamo nemici, ribadisco la posizione della Lega: alle prossima elezioni, stante questa situazione, Pdl e Lega dovranno andare separati».

Bernini: Basta attacchi, la priorità è vincere le elezioni - Negli ultimi giorni abbiamo assistito a un attacco alla segreteria del Pdl: scandalismo sulle tessere,dirigenti che si intestano crociate moralistiche, arrembanti campagne stampa. E addirittura un governatore di vaglia come Formigoni, che oggi lancia e propone dal giornale dell’ing. De Benedetti la candidatura alle nostre primarie del ministro Passera. Ciò a pochi mesi dalle consultazioni amministrative. In questo scenario, la priorità di tutto il gruppo dirigente del Pdl dovrebbe essere quella di lavorare insieme per vincere le elezioni e per costruire un partito ancor più forte e radicato,unito attorno al segretario Alfano che rappresenta, insieme al presidente Berlusconi, la nostra continuità di leadership. Lo ha affermato Anna Maria Bernini, portavoce vicario del Pdl Chi punta a destabilizzare il quadro - prosegue - produce un riflesso indiretto di fibrillazione anche su di un governo che sta ben operando sul fronte della crisi, dal momento che il Pdl rappresenta il principale supporto di questo esecutivo ed un elemento di stabilità dell’attuale assetto politico e parlamentare.

Valducci: Alfano è il nostro candidato naturale - I congressi di queste settimane e le primarie di Frosinone dimostrano che il Pdl e’ un partito vivo che si sta radicando sempre più sul territorio. Il merito di questa seconda fase del nostro partito e’ di Angelino Alfano, al quale va il merito di aver voluto un movimento competitivo e aperto. Avendo anche dimostrato ottime capacità di governo, il segretario politico del Pdl e’ il candidato naturale alla guida del centrodestra per le prossime elezioni. Se il ministro Passera vorrà contribuire alla prossima sfida elettorale sarà il benvenuto ma in un quadro che prevede già un candidato premier politico. Lo ha dichiarato Mario Valducci, presidente della Commissione Trasporti della Camera dei deputati e Responsabile vicario Enti locali del Pdl.