2 dicembre 2020
Aggiornato 07:30
Governo | Italiani all'estero

Catricalą vede Pd, Pdl e Udc su italiani nel mondo

Nota stampa dei parlamentari e responsabili per gli Italiani nel mondo: «Giudichiamo positivo e incoraggiante per le nostre comunitą nel mondo l'incontro avvenuto ieri sera con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio»

ROMA - «Giudichiamo positivo e incoraggiante per le nostre comunitą nel mondo l'incontro avvenuto ieri sera con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Antonio Catricalą». Č questo il primo commento contenuto in una nota stampa dei parlamentari e responsabili per gli Italiani nel mondo di PD, PDL e MAIE-UDC che vi hanno partecipato: Amato Berardi (PDL), Gianni Farina (PD), Marco Fedi (PD), Laura Garavini (PD) , Franco Narducci (PD), Fabio Porta (PD), Basilio Giordano (PDL), Nino Randazzo (PD), Eugenio Marino (PD), Ricardo Merlo (MAIE-UDC).

«Questo incontro - prosegue la nota - conferma un cambio d'atteggiamento che questo governo vuole dedicare agli italiani nel mondo e ai loro rappresentanti politici e istituzionali e auspichiamo inauguri un metodo di ascolto e confronto costante sulle principali questioni che toccano le nostre comunitą. Al sottosegretario Catricalą abbiamo chiesto di intervenire con urgenza su alcune prioritą economiche che riguardano gli italiani nel mondo e che abbiamo individuato nel recupero di risorse per l'assistenza agli indigenti, la salvaguardia dei corsi di lingua e cultura italiana nel mondo, la sopravvivenza di Rai International. Inoltre abbiamo chiesto che si proceda d'urgenza anche alla messa in sicurezza del voto all'estero mediante aggiustamenti tecnici immediati e che siano indette le elezioni dei Comites da svolgere entro l'estate. Si č anche sottolineata l'importanza di intervenire sulle questioni che riguardano la cittadinanza anche per consentirne il recupero a chi l'abbia persa».

«Il sottosegretario Catricalą - si legge nella nota - si č dimostrato particolarmente sensibile a tutte le questioni affrontate e ha assicurato la sua disponibilitą al confronto anche in futuro e l'impegno a riferire dettagliatamente di questo incontro al Presidente Monti, al fine di assicurare una pronta risposta alle questioni poste. Si č inoltre dimostrato molto ottimista nella possibilitą di recuperare risorse per la diffusione della lingua e cultura e per il salvataggio di Rai International, oltre che nella possibilitą di ripristinare il Tavolo MAE-MIN e convocare a breve le elezioni dei Comites. Noi siamo soddisfatti - concludono i partecipanti alla riunione - e attendiamo fiduciosi che le positive dichiarazioni del sottosegretario si traducano presto in atti concreti del governo e del ministero degli Esteri e vigileremo affinché quelle di ieri sera non rimangano solo dichiarazioni di intenti».