12 luglio 2020
Aggiornato 17:30
Lettera ai Deputati del PD

Caso Vattani, De Mistura: Già avviato l'esame in disciplinare

Pd - Articolo 21: Vorremmo sapere se per il Governo la Costituzione è diventato un impegno da rispettare. Vorremmo risposte nette sui principi e i valori fondanti della nostra Costituzione e non accettiamo che si dica che il console nelle ore serali è libero di fare ciò che vuole

ROMA - «Il Console generale Vattani, richiamato a Roma, si trova attualmente a disposizione della commissione di disciplina, che terminerà i suoi lavori nel più breve tempo possibile». Lo scrive il sottosegretario agli Esteri, Staffan de Mistura in una lettera inviata ai deputati del Pd che avevano rivolto alla Farnesina un'interrogazione sul comportamento del console a Osaka, Mario Vattani che professa apertamente ideologie neofasciste.
«Si da quando ne è venuto a conoscenza - ha spiegato il sottosegretario - il ministro Terzi ha sempre espresso ferma condanna e riprovazione per la vicenda che vede coinvolto il min. Plen. Mario Vattani. Il ministro degli Esteri ha immediatamente disposto il deferimento del funzionario alla commissione di disciplina, richiedendo l'applicazione dei termini minimi nell'ambito del procedimento disciplinare».

Pd - Articolo 21: Il Governo in Aula difenda i principi della Costituzione - In una conferenza stampa a Montecitorio, Roberto Morassut, del Pd, e Beppe Giulietti, portavoce di Articolo 21, insieme al rappresentante dell'Anpi, hanno sollecitato la presenza del governo in Parlamento per coinvolgere l'Aula e prendere una posizione netta nei confronti di comportamenti «disdicevoli» e «sorprendenti» e che si inseriscono in un «clima negativo che desta allarme». «Vorremmo sapere se per il governo la Costituzione è diventato un impegno da rispettare ad ore e pagamento - ha denunciato Giulietti - vorremmo risposte nette sui principi e i valori fondanti della nostra Costituzione e non accettiamo che si dica che il console nelle ore serali è libero di fare ciò che vuole. Fosse per me io Vattani lo condannerei a due anni di 'lavori forzati', a leggere la Costituzione e le lettere dei condannati a morte» durante il fascismo. L'associazione Articolo 21 ha anche avviato una raccolta di firme «Vattene Vattani» per chiedere al ministero degli Esteri di licenziare il console che inneggia al fascismo.