21 luglio 2024
Aggiornato 12:00
Incontro a Roma

Violenza donne, missione speciale dell'ONU in Italia

Giovedì la relatrice Rashida Manjoo vedrà i giornalisti per illustrare le sue prime conclusioni: La violenza contro le donne rappresenta tutt'oggi un problema di estrema gravità che persiste nel mondo

ROMA - E' in Italia da qualche giorno la relatrice speciale delle Nazioni Unite sulla violenza contro le donne, Rashida Manjoo, per svolgere una prima missione conoscitiva nel paese. Il 26, giorno in cui termina la missione, Manjoo incontrerà i giornalisti alle 13 alla Sioi (Società italiana per l'organizzazione internazionale) a Palazzetto Venezia (Piazza San marco, 51) a Roma, per presentare le sue prime conclusioni.

Il mandato della relatrice speciale riguarda dalla violenza contro le donne - Rashida Manjoo, che è arrivata il 15 gennaio, è un esperto indipendente incaricato dal Consiglio sui Diritti Umani dell'ONU di monitorare la violenza contro le donne, le sue cause e conseguenze. «La violenza contro le donne rappresenta tutt'oggi un problema di estrema gravità che persiste nel mondo», ha dichiarato l'inviata, che si trova qui su invito del governo. «Questa missione è un'opportunità unica per discutere e valutare l'impatto delle politiche e dei programmi adottati dall'Italia per contrastare questo fenomeno», ha spiegato, secondo un comunicato.
Il mandato della relatrice speciale riguarda dalla violenza contro le donne in tutte le sue forme: violenza familiare, in ambito sociale o della comunità, violenza perpetrata o tollerata dallo Stato, violenza nella sfera transnazionale compresa quella contro i rifugiati, le richiedenti asilo e le immigrate.