14 luglio 2020
Aggiornato 02:30
Convegno organizzato dal Nuovo PSI

Dodici anni dalla morte di Craxi, i Socialisti lo ricordano

«Non ad Hammamet ma a Roma, è in Italia che ha fatto tanto sia come segretario nazionale del Psi che in qualità di presidente del Consiglio e che gli deve la conquista di una importante centralità internazionale ottenuta anche grazie alla sua autorevolezza»

ROMA - «Il contributo determinante di Bettino Craxi nella sinistra europea. La necessità del rilancio del Socialismo liberale e riformista nel Paese». Questo il titolo del convegno organizzato dal Nuovo Psi alle 10,30 presso il Centro Congressi Cavour a Roma, in occasione del dodicesimo anniversario della scomparsa dell'ex leader del Psi. Lo rende noto un comunicato dell'ufficio stampa del partito che, si legge, «omaggerà così, come di consueto, la figura del grande leader socialista».

«Tra i partecipanti - prosegue la nota - numerosi esponenti del Psi negli anni in cui il partito era guidato da Craxi, come Lucio Barani, segretario nazionale del Nuovo Psi, Fabrizio Cicchitto, capogruppo Pdl a Montecitorio, Luigi Compagna, senatore, Giacomo Mancini, assessore della Regione Calabria, e Luciano Pellicani, docente Luiss».
«La scelta di svolgere la commemorazione in Italia, invece di recarsi ad Hammamet - conclude il comunicato - è dettata dalla convinzione che sia giusto ricordare Bettino Craxi e la sua lungimirante azione politica e di governo nel Paese per il quale egli tanto ha fatto, sia come segretario nazionale del Psi che in qualità di presidente del Consiglio e che gli deve la conquista di una importante centralità internazionale ottenuta anche grazie alla sua autorevolezza».